Informa disAbile

martedì 28 gennaio 2020
archivio notizie
Categorie

Braccialetti rossi fiction coraggiosa

Ci vuole coraggio per affrontare (e raccontare) la malattia, soprattutto se tocca bambini e ragazzi tra gli 11 e 17 anni ricoverati in ospedale. foto dei protagonistiUn coraggio che hanno avuto Giacomo Campiotti e Carlo degli Esposti, rispettivamente regista e produttore di “Braccialetti rossi”, versione italiana della fiction spagnola “Pulseras Rojas”, in onda su Rai Uno da domenica 26 (ore 21).

Chi immagina una serie strappalacrime, dovrà ricredersi. Si tratta di una fiction tosta ma molto dolce, dove tenerezza e commozione hanno la meglio insieme alla leggerezza. A tal punto che Steven Spielberg ha comprato i diritti della serie e ne farà una versione negli Stati Uniti, come rivela il produttore.

I protagonisti della versione italiana? Sei volti sconosciuti che affrontano dolore e sofferenza, ma anche storie di amicizia e solidarietà per dare uno sguardo diverso sulla malattia. Un ruolo anche per Michela Cescon, Giorgio Colangeli, Carlotta Natoli, Laura Chiatti, che descrive la fiction come «un inno alla vita». Non solo attori, anche i cantanti hanno sposato la causa: la colonna sonora di “Braccialetti rossi” è fatta da 9 brani inediti compisti da Niccolò Agliardi, e 5 successi di artisti italiani come Vasco Rossi, Tiziano Ferro, Emis Killa, Emma Marrone. barbara nevosi

AGLIARDI: “UN’ESPERINZA STRAORDINARIA”

La colonna sonora di “Braccialetti Rossi” ha una firma “doc”. Quella di Niccolò Agliardi, già autore per per Laura Pausini, Eros Ramazzotti ed Emma. Il disco uscirà martedì 28.

Un’esperienza particolare.

Di più: unica. Deflagrante e straordinaria. Sfido chiunque a non emozionarsi di fronte a questa storia di dolore e felicità.

Il tema è drammatico…

Se resisti ai primi venti minuti t’appassioni come non mai: non ci sono solo lacrime, ma anche risate liberatorie. Perché i sei piccoli eroi della serie hanno una forza incredibile e un atteggiamento irriverente verso la malattia.

Come ha scritto le musiche per un progetto così particolare?

Stando sul set e poi confrontandomi col mio gruppo, The Hills. Ci sono inediti cantati da me e da ospiti come Francesco Facchinetti e Il Cile, ma anche classici di Vasco, Pausini, Ferro, Emis Killa ed Emma.

E adesso?

Ho già pronto un nuovo album, “Io non ho finito”, che uscirà ad aprile. Poi, forse, la seconda serie di “Braccialetti Rossi”.

Fonte: metronews.it

(c.a.)


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 24 Gennaio 2014
Torna su