Informa disAbile

martedì 28 gennaio 2020
archivio notizie
Categorie

“Un silenzio mai visto” porta in teatro la sclerosi multipla

Uno spettacolo ricco di spunti ironici e riflessioni per esorcizzare la malattia.locandinaAntonello Panero, attore e regista torinese, la chiama “Sua Molestia”: stesse iniziali, ma con l’aggiunta di quel tocco d’ironia che serve ad esorcizzare una malattia brutta e spaventosa come la sclerosi multipla.

Dell’esperienza della malattia e di come cambia il mondo di chi ne è affetto parla lo spettacolo “Un silenzio mai visto. Ogni sclerosi è multipla” , in scena venerdì 24 e sabato 25 gennaio al Circolo Bloom di Torino (via Challant, 13).

I protagonisti sono due malati con piglio e psicologia diversi: Bond, alto, elegante e distinto, che non dice di avere la malattia, e Zombie, che invece entra in scena muovendosi in modo disarticolato, e facendo versi strani.

«Ho cercato di raccontare soprattutto i lati ironici », dice il regista, affetto lui stesso da sclerosi multipla, che insieme a Luca Amato ripercorre sul palco con incredibile semplicità l’avvicinamento, la scoperta e la conseguente possibile cura, i rapporti sociali messi in crisi, il mutato modo di veder le cose ordinarie e quindi l’improvvisa crescita a livello personale nell’affrontare il quotidiano.

Per saperne di più : circolobloom

Fonte: lastampa

(c.a.)

 

 

 


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 22 Gennaio 2014
Torna su