Informa disAbile

martedì 28 gennaio 2020
archivio notizie
Categorie

Torino + Cultura Accessibile approda al Torino Film Festival

Continuano gli impegni di “Torino + Cultura Accessibile”, che consente alle persone con deficit sensoriale di assistere alla proiezione di alcuni titoli cinematografici di prima visione tramite l’utilizzo della tecnologia MovieReading. locandina torino film festivalGrazie ad un successo sempre più crescente, l’iniziativa sarà presente anche al prossimo Torino Film Festival con due importanti eventi: il 23 novembre alle 19.15 e il 24 alle 11.30 verrà presentato in anteprima per Spazio Torino il cortometraggio “Un altro ritmo”; il 30 alle 14.30 verrà, invece, proiettata la versione accessibile del nuovo film di Claudio Amendola “La mossa del pinguino”.

Gli appuntamenti sono rivolti a tutte le persone con deficit sensoriali, uditivi e visivi, e fanno parte di un progetto che si pone l’obiettivo di rendere accessibile la programmazione culturale della città di Torino, in particolare gli spettacoli teatrali e cinematografici. L’iniziativa è realizzata dalla Fondazione Carlo Molo con il patrocinio della Regione Piemonte, del Comune e della Provincia di Torino. Il Torino Film Festival darà l’occasione al progetto di continuare la sperimentazione verso un’accessibilità completa di ogni spettacolo.

“Un altro ritmo”, diretto da Giancarlo Tovo, racconta la storia di un professore in pensione colpito da un avvenimento singolare: il linguaggio rimane intrappolato all’interno della sua mente e non prende più forma in parole. Il corto nasce dalla collaborazione tra il Museo Nazionale del Cinema e la Fondazione Carlo Molo e si inserisce tra le attività specifiche della Fondazione stessa dedicate alle persone afasiche e ad una sensibilizzazione del pubblico su questa problematica.

“La mossa del pinguino” è il primo film di Claudio Amendola come regista: una commedia sportiva molto vicina a “Febbre da Cavallo” e “Full Monty”, con le performance di Edoardo Leo, Ricky Memphis e Antonello Fassari. Racconta la storia di un gruppo di amici che decide di creare una squadra di curling per partecipare alle Olimpiadi Invernali. Grazie alla collaborazione con Sub-ti limited, Londra, e Sub-ti Access, Roma, verranno garantiti i servizi di sottotitolazione e di audiodescrizione.

Torino + Cultura Accessibile vuole spostare l’attenzione da forme isolate di spettacolo indirizzate alle persone con disabilità sensoriale alla resa accessibile allargata di tutto ciò che teatri, cinema, mostre e musei offrono al pubblico. La città piemontese è stata scelta come punto nevralgico da cui far partire le iniziative, per diffonderle in futuro anche a livello nazionale. Continua, inoltre, ad essere disponibile online una petizione con lo scopo di concedere a tutti l’accesso alla cultura «per incentivare un cambiamento culturale che generi profondi mutamenti dei modelli organizzativi e gestionali, che garantisca la piena inclusione e partecipazione alle attività culturali di tutti e di ciascuno, indipendentemente dalle specifiche esigenze e abilità».

Fonte: il referendum

(s.i/c.a.)

 

 


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 15 Novembre 2013
Torna su