Informa disAbile

martedì 22 settembre 2020
archivio notizie
Categorie

L’attesa è finita, finalmente al via le Paralimpiadi di Londra

Le parole del Presidente del Comitato Italiano Paralimpico Luca Pancalli, nell’intervista pubblicata il 26 luglio scorso, avevano catechizzato tutti a dovere: “le Paralimpiadi non hanno un valore esclusivamente sociale ma sono, prima di tutto, un terreno di confronto agonistico tra atleti con la a maiuscola”. Non un evento minore, quindi, ma una manifestazione che non ha nulla da invidiare alle Olimpiadi, nemmeno dal punto di vista mediatico.

Si aprano le danze, dunque, e gli atleti diano tutto quello che hanno dentro. Domani, mercoledì 29 agosto, prenderà finalmente il via la quattordicesima edizione dei Giochi Paralimpici Estivi, in programma fino al 9 settembre, giorno delle ultime gare e della cerimonia di chiusura, all’Olympic Stadium di Londra.

paralimpiadi londraAlla splendida cornice si aggiungerà un tocco di folklore in più, in perfetto stile British. Gli organizzatori, infatti, hanno deciso di rendere ancor più suggestivo il tradizionale rito dell’accensione e del viaggio della torcia olimpica, che si è fatta in quattro per l’occasione: mercoledì 22, in contemporanea sulle cime più alte dei quattro paesi che fanno parte del Regno Unito di Gran Bretagna (Scafell Pike in Inghilterra, Snowdon in Galles, Ben Nevis in Scozia e Slieve Donard in Irlanda del Nord), scout e atleti (disabili e non) hanno prodotto il fuoco con la tecnica dello sfregamento delle felci; le torce, dopo aver infuocato i bracieri delle capitali Londra, Edimburgo, Cardiff e Belfast, si uniscono proprio oggi a Stoke Mandeville, sede del Comitato Paralimpico, prima di concludere la propria strada domani a Londra, al termine della cerimonia d’apertura, che si preannuncia, mai come quest’anno, scoppiettante.

Gli atleti in gara si sfideranno nelle seguenti discipline: tiro con l’arco, atletica, bocce, ciclismo su strada e su pista, equitazione, calcio a cinque e a sette, goalball, Judo, powerlifting, canottaggio, vela, tiro a segno, pallavolo, nuoto, tennistavolo, scherma, pallacanestro, rugby e tennis.

Foltissima la delegazione azzurra, presente in ben dodici delle venti discipline totali. Volti noti e meno noti oltre a una pesantissima, inaspettata e sorprendente defezione dell’ultim’ora. Tra i più attesi, senza dubbio, ci sono i protagonisti del nuoto, con Cecilia Camellini tra le favorite; sotto i riflettori anche l’atletica leggera, che vede la presenza di due primatiste mondiali come Assunta Legnante (getto del peso) e Martina Caironi (100 metri) oltre che di Annalisa Minetti. Per quanto riguarda la scherma, occhi puntati su Loredana Trigilia, Matteo Betti, Alessio Sarri, Marco Cima e Andrea Macrì mentre non va sottovalutato il tiro con l’arco, guidato dal Portabandiera Oscar De Pellegrin.

Discorso a parte merita la squadra di ciclismo. La “nazionale più forte”, così come è stata ribattezzata da Pancalli, potrà contare sull’apporto di Mauro Cratassa e Giorgio Farroni, sui campioni mondiali in carica Andrea Tarlao e Michele Pittacolo oltre che sull’ex pilota di Formula 1 Alex Zanardi ma dovrà fare a meno di Fabrizio Macchi, escluso dal Coni dopo il deferimento della Procura anti-doping in seguito alla vicenda legata alla presunta frequentazione di Michele Ferrari, medico inibito.

Questo il calendario delle finali, suddivise per categoria:

– atletica leggera dal 31 agosto al 9 settembre;

– nuoto dal 30 agosto all’8 settembre;

– tiro con l’arco dal 3 al 5 settembre;

– bocce il 4 e l’8 settembre;

– ciclismo su strada dal 5 all’8 settembre;

– ciclismo su pista dal 30 agosto al 2 settembre;

– equitazione dall’1 al 4 settembre;

– calcio a 5 l’8 settembre;

– calcio a 7 il 9 settembre;

– goalball il 7 settembre;

– Judo dal 30 sgosto all’1 settembre;

– powerlifting dal 30 agosto al 5 settembre;

– canottaggio il 2 settembre;

– vela il 6 settembre;

– tiro a segno dal 30 agosto al 6 settembre;

– tennistavolo dal 2 al 3 settembre e dal 7 all’8 settembre;

– pallavolo e basket 7 e 8 settembre;

– scherma dal 4 all’8 settembre;

– rugby il 9 settembre;

– tennis il 5 e dal 7 all’8 settembre.

La copertura televisiva sarà garantita sia dalla Tv di Stato che da Sky: Rai Sport 1 (canale 57 del digitale terrestre) trasmetterà, tutti i giorni a partire dalle 12, il meglio della giornata con particolare attenzione agli azzurri in gara; via satellite l’offerta sarà ancora migliore, con ben cinque canali dedicati dove sarà possibile seguire le gare in alta definizione, per un totale di 500 ore di programmazione.

Anche InformadisAbile seguirà da vicino la manifestazione aggiornandovi, giorno per giorno, su tutte le gare e le medaglie del giorno precedente, oltre a fornirvi anticipazioni sulla giornata.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti è possibile collegarsi al sito ufficiale delle Paralimpiadi (http://www.london2012.com/paralympics) o, se preferite, sul sito dedicato del Comitato Italiano Paralimpico, in collaborazione con Ability Channel (http://www.londra2012.abilitychannel.tv).

A noi non resta che dirvi…”Godetevi lo spettacolo!”

Per InformadisAbile – Marco Berton


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 28 Agosto 2012
Torna su