Informa disAbile

mercoledì 13 novembre 2019
archivio notizie
Categorie

Invalidità civile, diritto all’assegno anche senza carta di soggiorno

E’ discriminatorio non riconoscere il diritto all’assegno per l’invalidità civile agli stranieri regolarmente presenti in Italia. Lo ha ribadito la Corte di Cassazione, rigettando un che era stato presentato dall’Inps contro una sentenza della Corte di Appello di Torino. Lo rende noto una comunicazione dell’Asgi (Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione).

Con l’ordinanza 10665, la Corte di Cassazione, appellandosi ai principi dichiarati nella Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali, ha confermato che le prestazioni di invalidità spettano anche agli stranieri disabili regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale. Nell’art. 14 si legge che “il godimento dei diritti e permesso di soggiornodelle libertà riconosciuti nella presente Convenzione deve essere assicurato senza nessuna discriminazione, in particolare quelle fondate sul sesso, la razza, il colore, la lingua, la religione, le opinioni politiche o quelle di altro genere, l’origine nazionale o sociale, l’appartenenza a una minoranza nazionale, la ricchezza, la nascita od ogni altra condizione”.

Per ottenere l’assegno di invalidità non si presentano quindi come requisiti necessari l’essere naturalizzati cittadini italiani o l’aver maturato i tempi di permanenza richiesti per il permesso per soggiornanti di lungo periodo (l’ex carta di soggiorno per cittadini stranieri).

Con l’ordinanza del 26 giugno, la Corte di Cassazione ha ricordato quanto già affermato con la sentenza n.4110 del 14 marzo 2012. Esiste una consolidata giurisprudenza costituzionale secondo cui l’assegno di invalidità costituisce “una provvidenza destinata non già a integrare il minor reddito dipendente dalle condizioni soggettive, ma a fornire alla persona un minimo di sostentamento, atto ad assicurarne la sopravvivenza”.

Fonte: volontariato.oggi

( r.b. – c.a.)


Ultimo aggiornamento Aggiornata il 28 Giugno 2012
Torna su