Martedì 1 luglio a “Gli Indifferenti” si è tenuta una discussione aperta sul tema omosessualità e disabilità: cosa accomuna disabilità, intersessualità, omosessualità e transessualismo?

Forse la marginalizzazione e l’invisibilità dei loro corpi e delle loro vite?

Nonché la patologizzazione, o la negazione, della loro sessualità, etichettata come non “normale” e in quanto tale non aderente al discorso egemonico.