Lo Sportello è un servizio che offre consulenza pedagogica educativa, psicologica psicosessuologica a famiglie operatori, insegnanti associazioni e volontari che si trovano in contatto con persone con disabilità e avvertono l’esigenza di rivolgersi a personale specializzato.

 

Le consulenze

L’obiettivo del Servizio è quello di offrire consulenza ed orientamento con la finalità di favorire percorsi di autodeterminazione sulla sfera dell’affettività e sessualità alle persone disabili e sostenere le loro famiglie e le figure di vicinanza.

La possibilità di trovare ascolto e supporto da parte di operatori qualificati e competenti crea le premesse per facilitare le persone con disabilità ed i loro caregivers nella ricerca di nuove risorse personali e relazionali orientate alla loro autorealizzazione per rispondere all’ esigenza di essere riconosciuti nel desiderio di vivere la propria affettività e sessualità.

Non esiste, infatti, una sessualità speciale delle persone disabili, anche se sussistono aspetti emotivi più delicati e complessi come la fatica a stare in relazione, a mettersi in gioco, a realizzare le proprie aspirazioni sui temi dell’affettività e della sessualità, a tollerare l’inevitabile quota di dolore e di senso del limite con cui ci si trova a confrontarsi.

Il Servizio mette a disposizione dei cittadini due sportelli di consulenza – uno specifico per la disabilità intellettiva, l’altro per quella fisico-motoria – orientati ad offrire percorsi di supporto emotivo e relazionale, gestiti da esperti nelle tematiche dell’affettività, sessualità e genitorialità costantemente sostenuti da un qualificato comitato scientifico multidisciplinare.