Lo dice anche la Costituzione: «Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge». Eppure la sessualità, componente del benessere psicofisico, per tantissimi cittadini in carrozzina non è ancora un diritto. Diventano adulti senza conoscerla, con tutte le conseguenze che questo isolamento può comportare. Per rispondere a questo bisogno, Max Ulivieri ha fondato l’associazione LoveGiver, che ha formato i primi Oeas, operatori all’emotività, all’affettività e alla sessualità, per guidare i disabili alla scoperta del corpo e della sessualità.

Leggi l’articolo completo.

Fonte: vanityfair.it