Si è appena concluso in questi giorni presso il seminario Vescovile di Andria il festival delle Idi – un festival d’arte espressiva che ha visto protagonisti i ragazzi con disabilità di associazioni del territorio, educatori, scuole e comunità parrocchiali, che si sono confrontati attraverso performance artistiche. A trionfare su tutte è stata la proposta “Fiori di Coraggio”, il teatro delle ombre cinesi a cura degli utenti del presidio di Riabilitazione Quarto di Palo.

Un’edizione insolita e molto variegata, quella di quest’anno, in cui ha trovato spazio anche un tema eluso da molti: la sessualità nel mondo della disabilità. Tra tante proposte e di diversa matrice, infatti, c’era anche il “nostro” corto, targato AndriaLive, realizzato con la straordinaria partecipazione dei ragazzi dell’Ass. di Volontariato Neverland e scritto dal nostro direttore responsabile Sabino Liso: «Dire, fare, baciare – è il titolo del prodotto video realizzato con supporti di fortuna, smartphone per lo più; la fotografia infatti è sacrificata, in compenso c’è la riuscita dell’intento audiovisivo. Avremmo potuto utilizzare Hi-tech di ultima generazione e cameramen di professione ma di fronte ai potenti mezzi della comunicazione avremmo inibito i protagonisti principali: genitori e disabili che parlano di sessualità. Abbiamo voluto osare e palesare la necessità, condivisa in primis dai genitori dei ragazzi dell’ass. Neverland, di parlare di un argomento che per molti è ritenuto ancora un tabù».

Leggi l’articolo completo.

Fonte: andrialive.it