Il corto verrà presentato tra festival, riunioni e dibattiti promossi dall’Anmil. Il regista: “Spesso parlando con le persone con disabilità mi dicono: sì, va bene parlare delle barriere architettoniche o dei posti auto che mancano, ma qui non si fa mai l’amore…”

Leggi l’articolo.

Fonte: repubblica.it