Tutti ci nutriamo degli stessi piaceri, a tavola come nella vita. Per questo, in entrambi i casi, non ammetto discriminazioni. La cucina di Chef Rubio è democratica, inclusiva, sempre pronta a saziare i bisogni e i gusti che sono propri di ogni essere umano.

Domenica 25 marzo 2018, dibattito ‘I Piaceri della vita: sospesi tra bisogno e desiderio‘, organizzato dall’Associazione di volontariato La Fabbrica. L’appuntamento è all’interno di una una serata di sensibilizzazione sul tema della affettività, sessualità e disabilità a ingresso gratuito, con musica dal vivo e cena sociale a prezzi popolari, a cui partecipa Chef Rubio dando il suo contributo ai fornelli.

Al dibattito partecipano: Paola Vizziello, Neuropsichiatra infantile dell’Ospedale Policlinico di Milano; Alberto Fontana, Presidente di Ledha (Lega per i diritti delle persone con disabilità); Maximiliano Ulivieri, Presidente del comitato per l’assistenza sessuale alle persone con disabilità; Francesco Cannavà, regista del documentario dal titolo “Because of my body” che riprende le fasi del primo corso per O.E.A.S (Operatori all’Emotività, all’Affettività e alla Sessualità per persone con disabilità), due aspiranti O.E.A.S. in formazione e Odetta Melazzini, promotrice di un disegno di legge da presentare al consiglio regionale della Lombardia per il riconoscimento istituzionale degli Operatori all’emotività, all’affettività e alla sessualità.

 

Programma

ore 18.30 – concerto di “benvenuto” della band “Graffiti in Do M”, progetto musicale ed educativo realizzato dalla Cooperativa Graffiti di Pioltello;

ore 19.30 – cena sociale a prezzi popolari

ore 20.30 – dibattito ‘I Piaceri della vita: sospesi tra bisogno e desiderio’

 

Indirizzo

Csa Baraonda in via Pacinotti 13 a Segrate (MI)

 

Fonte: chefrubio.it