La sessualità è una colonna portante della formazione dell’essere umano. Tocca le nostre emozioni, le nostre relazioni e il nostro piacere fisico. Una colonna che si costruisce e che scopriamo col tempo, con l’educazione e l’esperienza. Ogni famiglia, infatti, soddisfa tutti i bisogni primari del bambino e rappresenta il primo contatto con il mondo adulto, è la prima fonte di educazione che un figlio riceve ma, spesso, qui la conoscenza del corpo e l’esperienza sessuale vengono messe in secondo piano o addirittura taciute. Per una persona con disabilità, che alla famiglia fa moltissimo affidamento, ciò che finisce in secondo piano rischia di restarci per sempre.

Leggi l’articolo completo.

Fonte: parmateneo.it