Archivi annuali: 2018

“Dire, fare, baciare”: il video che parla di sessualità e disabilità

Si è appena concluso in questi giorni presso il seminario Vescovile di Andria il festival delle Idi – un festival d’arte espressiva che ha visto protagonisti i ragazzi con disabilità di associazioni del territorio, educatori, scuole e comunità parrocchiali, che si sono confrontati attraverso performance artistiche. A trionfare su tutte è stata la proposta “Fiori di Coraggio”, il teatro delle ombre cinesi a cura degli utenti del presidio di Riabilitazione Quarto di Palo. (altro…)

I disabili hanno diritto di fare l’amore. Ma lo Stato non è d’accordo.

In una società in cui il piacere fisico e l’erotismo sono prerogativa dei belli e dei sani, i corpi resi imperfetti da una disabilità restano incastrati nello stereotipo degli angeli asessuati, degli eterni ragazzi, o peggio, sono sessualmente emarginati. In Germania, Danimarca, Svizzera e Paesi Bassi le persone con handicap si possono rivolgere a professionisti che li aiutino nel loro percorso verso il piacere, mentre in Italia non riusciamo nemmeno a parlarne. (altro…)

Disabilità e sessualità. La rete Road discute su come superare i tabù

Il benessere e la qualità della vita di ognuno di noi passano anche dalla sfera della sessualità e dal rapporto con il nostro corpo. Problemi in questo campo del vivere umano possono influire negativamente e generare infelicità. Questo vale per tutti. Anche per le persone con disabilità. (altro…)

Figli con disabilità e relativo effetto in famiglia

Un nuovo membro della famiglia è sempre fonte di gioia. Tutti si mobilitano per accogliere il piccolo e congratularsi con i genitori felici. Ma la verità è che questa situazione non è sempre idilliaca e meravigliosa come vorremmo. (altro…)

Disabilità e sessualità, corso di formazione per educatori e operatori

Gli educatori e gli operatori dei Centri Diurni del Distretto di Pieve di Soligo si sono incontrati tra marzo e maggio 2018 per approfondire, all’interno di un corso di formazione con un esperto, la delicata tematica: “Disabilità e sessualità”. (altro…)

Il diritto alla sessualità e la disabilità, tra bisogni e desideri

Presentazione del libro con l’autrice DARIA DOLFINI. (Erickson edizioni). 

Piazza Don G. Dossetti 1 – 42025 Cavriago (RE)
Cosa vuol dire “sessualità” per ragazze, ragazzi, donne e uomini con disabilità? Cosa pensano e cosa desiderano per il loro futuro? Queste e altre domande sono state poste in una ricerca che ha coinvolto oltre settecento persone. Questo libro nasce da quell’inchiesta e racconta le storie, i problemi quotidiani e i desideri relativi all’amore, alle relazioni e alla vita sessuale, senza tabù e con coraggio. Partecipa alla presentazione Matteo Sassi, vice-sindaco del Comune di Reggio Emilia. Introduce Stefano Corradi, vice-sindaco del Comune di Cavriago.

Ingresso libero.

Fonte: comune.cavriago.re.it

Sesso negato a disabili, Coda firma film

Un intreccio tra narrazione e realtà per mettere l’accento sulla sessualità negata ai disabili. Giovanni Coda torna sul set con il nuovo film “Mark’s Diary”, in lingua originale, finanziato dall’Università di Derby, in Gran Bretagna. Mark e Giacomo sono innamorati, si piacciono, si desiderano, ma non possono amarsi per via della loro condizione di disabilità. (altro…)

Affettività e sessualità nella persona con disabilità

Un incontro organizzato da Fondazione Sacra Famiglia utile per tutti gli operatori e le famiglie che assistono quotidianamente disabili e che non sempre riescono a gestire in maniera adeguata le dinamiche affettive e corporee. (altro…)

Cos’è la sessualità per una persona con disabilità mentale

Incontro alla Libera Università del Tempo ritrovato del San Martino di Como

La nuova edizione dell’Università del Tempo ritrovato: un ciclo di 16 lezioni dal titolo “Ricomincio da 180. Una via per la salute consapevole”.

Lunedì 7 maggio 2018
Cos’è la sessualità per una persona con disabilità mentale
Roberto Pozzetti, psicologo, psicoterapeuta, professore universitario

Info
dove: via Castelnuovo 1

L’accesso è con tessera (10 euro), che dà diritto a un attestato di frequenza per chi parteciperà al 75% degli incontri, oppure come uditori.
Per contatti: la Segreteria è aperta il lunedì dalle 10 alle 11 e nei giorni di lezione dalle 14 alle 16
info@unisanmartino@gmail.com
Tel 031 5477273

Fonte: visitcomo.eu

Corso “Affettività, genitorialità e sessualità delle persone disabili”

“Affettività, genitorialità e sessualità delle persone disabili” promosso dal progetto Reggio Emilia Città senza barriere per esplorare e imparare a sostenere la dimensione relazionale, affettiva e sessuale delle persone con disabilità. Il percorso formativo nasce dagli esiti della ricerca sulla sessualità dei disabili, realizzata a fine 2016 con il coinvolgimento di 740 persone tra operatori, familiari e persone con disabilità per indagare vissuto e desiderata in termini di prevenzione, salute e benessere, affettività, relazioni sentimentali, sesso.

L’attività – articolata in 30 ore d’aula e pensata per 100 partecipanti – coinvolge, con l’obiettivo di ampliare il più possibile la pluralità di sguardi, svariate figure professionali, come il personale sanitario (sia medici che infermieri) dell’Ausl, psicologi, assistenti sociali ed educatori, coordinatori e referenti dei progetti di Comune ed Fcr, familiari di persone con disabilità e studenti di scienze dell’educazione.

Il programma

23 APRILE – 10.00 – 16.30 – Fiere di Reggio Emilia (Via G. Filangieri, 15)
INCONTRO IN PLENARIA PROF. FABIO VEGLIA

Promuovere e sostenere la vita sessuale e di coppia delle persone con disabilità intellettiva

8 MAGGIO 
GRUPPO 1 – Fiere di Reggio Emilia (Via G. Filangieri, 15)

10.00 – 13.00 – ANNA CONTARDI – MOD 1

Programma per lo sviluppo di una vita affettiva e sessuale indipendente e autonoma
13.00 – 13.30 PAUSA
13.30 – 16.30 – CATERINA BOSSA – MOD 1

Gestire i comportamenti sessuali problematici delle persone con disabilità. Linee guida per la costruzione di un progetto integrato con i destinatari: famiglie, operatori dei servizi e persona con disabilità

GRUPPO 2 – Fiere di Reggio Emilia (Via G. Filangieri, 15)
10.00 – 13.00 – CATERINA BOSSA – MOD 1

Gestire i comportamenti sessuali problematici delle persone con disabilità. Linee guida per la costruzione di un progetto integrato con i destinatari: famiglie, operatori dei servizi e persona con disabilità

PAUSA
13.30 – 16.30 – ANNA CONTARDI – MOD 1

Programma per lo sviluppo di una vita affettiva e sessuale indipendente e autonoma

GRUPPO 3  – La Polveriera (Via Terrachini, 18)
10.00 – 13.00 – OGGIER-FUSI – MOD 1

Educare la sessualità delle persone con disabilità. Costruire un progetto cooperativo con la partecipazione di famiglie, operatori e Istituzioni

PAUSA
13.30 – 16.30 – TERREN / COLACE

Gestire i comportamenti sessuali problematici delle persone con disabilità. Linee guida per la costruzione di un progetto integrato con i destinatari: famiglie, operatori dei servizi e persona con disabilità

GRUPPO 4 – La Polveriera (Via Terrachini, 18)
10.00 – 13.00 – TERREN / COLACE

Gestire i comportamenti sessuali problematici delle persone con disabilità. Linee guida per la costruzione di un progetto integrato con i destinatari: famiglie, operatori dei servizi e persona con disabilità

PAUSA
10.00 – 13.00 – OGGIER-FUSI – MOD 1

Educare la sessualità delle persone con disabilità. Costruire un progetto cooperativo con la partecipazione di famiglie, operatori e Istituzioni

22 MAGGIO

GRUPPO 1 – Fiere di Reggio Emilia (Via G. Filangieri, 15)
10.00 – 13.00 – ANNA CONTARDI – MOD 2

Programma per lo sviluppo di una vita affettiva e sessuale indipendente e autonoma
13.00 – 13.30 PAUSA
13.30 – 16.30 – CATERINA BOSSA – MOD 2

Gestire i comportamenti sessuali problematici delle persone con disabilità. Linee guida per la costruzione di un progetto integrato con i destinatari: famiglie, operatori dei servizi e persona con disabilità

GRUPPO 2 – Fiere di Reggio Emilia (Via G. Filangieri, 15)
10.00 – 13.00 – CATERINA BOSSA – MOD 2

Gestire i comportamenti sessuali problematici delle persone con disabilità. Linee guida per la costruzione di un progetto integrato con i destinatari: famiglie, operatori dei servizi e persona con disabilità

PAUSA
13.30 – 16.30 – ANNA CONTARDI – MOD 2

Programma per lo sviluppo di una vita affettiva e sessuale indipendente e autonoma

GRUPPO 3 – La Polveriera (Via Terrachini, 18)
10.00 – 13.00 – OGGIER-FUSI – MOD 2

Educare la sessualità delle persone con disabilità. Costruire un progetto cooperativo con la partecipazione di famiglie, operatori e Istituzioni

PAUSA
13.30 – 16.30 – FOGGETTI

Gestire i comportamenti sessuali problematici delle persone con disabilità. Linee guida per la costruzione di un progetto integrato con i destinatari: famiglie, operatori dei servizi e persona con disabilità

GRUPPO 4 – La Polveriera (Via Terrachini, 18)
10.00 – 13.00 – FOGGETTI

Gestire i comportamenti sessuali problematici delle persone con disabilità. Linee guida per la costruzione di un progetto integrato con i destinatari: famiglie, operatori dei servizi e persona con disabilità
PAUSA
13.30 – 16.30 – OGGIER-FUSI – MOD 2

Educare la sessualità delle persone con disabilità. Costruire un progetto cooperativo con la partecipazione di famiglie, operatori e Istituzioni

5 GIUGNO

GRUPPO 1 – Fiere di Reggio Emilia (Via G. Filangieri, 15)
10.00 – 13.00 – OGGIER-FUSI – MOD 1

Educare la sessualità delle persone con disabilità. Costruire un progetto cooperativo con la partecipazione di famiglie, operatori e Istituzioni

13.00 – 13.30 PAUSA
13.30 – 16.30 – TERREN / COLACE

Gestire i comportamenti sessuali problematici delle persone con disabilità. Linee guida per la costruzione di un progetto integrato con i destinatari: famiglie, operatori dei servizi e persona con disabilità

GRUPPO 2 – Fiere di Reggio Emilia (Via G. Filangieri, 15)
10.00 – 13.00 – TERREN / COLACE

Gestire i comportamenti sessuali problematici delle persone con disabilità. Linee guida per la costruzione di un progetto integrato con i destinatari: famiglie, operatori dei servizi e persona con disabilità

PAUSA
13.30 – 16.30 – OGGIER-FUSI – MOD 1

Educare la sessualità delle persone con disabilità. Costruire un progetto cooperativo con la partecipazione di famiglie, operatori e Istituzioni

GRUPPO 3 – La Polveriera (Via Terrachini, 18)
10.00 – 13.00 – ANNA CONTARDI – MOD 1

Programma per lo sviluppo di una vita affettiva e sessuale indipendente e autonoma
PAUSA
13.30 – 16.30 – CATERINA BOSSA – MOD 1

Gestire i comportamenti sessuali problematici delle persone con disabilità. Linee guida per la costruzione di un progetto integrato con i destinatari: famiglie, operatori dei servizi e persona con disabilità

GRUPPO 4 – La Polveriera (Via Terrachini, 18)
10.00 – 13.00 – CATERINA BOSSA – MOD 1

Gestire i comportamenti sessuali problematici delle persone con disabilità. Linee guida per la costruzione di un progetto integrato con i destinatari: famiglie, operatori dei servizi e persona con disabilità

PAUSA
13.30 – 16.30 – ANNA CONTARDI – MOD 1

Programma per lo sviluppo di una vita affettiva e sessuale indipendente e autonoma

19 GIUGNO

GRUPPO 1 – Fiere di Reggio Emilia (Via G. Filangieri, 15)
10.00 – 13.00 – OGGIER-FUSI – MOD 2

Educare la sessualità delle persone con disabilità. Costruire un progetto cooperativo con la partecipazione di famiglie, operatori e Istituzioni

13.00 – 13.30 PAUSA
13.30 – 16.30 – FOGGETTI

Gestire i comportamenti sessuali problematici delle persone con disabilità. Linee guida per la costruzione di un progetto integrato con i destinatari: famiglie, operatori dei servizi e persona con disabilità

GRUPPO 2 -Fiere di Reggio Emilia (Via G. Filangieri, 15)
10.00 – 13.00 – FOGGETTI

Gestire i comportamenti sessuali problematici delle persone con disabilità. Linee guida per la costruzione di un progetto integrato con i destinatari: famiglie, operatori dei servizi e persona con disabilità
PAUSA
13.30 – 16.30 – OGGIER-FUSI – MOD 2

Educare la sessualità delle persone con disabilità. Costruire un progetto cooperativo con la partecipazione di famiglie, operatori e Istituzioni

GRUPPO 3 – La Polveriera (Via Terrachini, 18)
10.00 – 13.00 – ANNA CONTARDI – MOD 2

Programma per lo sviluppo di una vita affettiva e sessuale indipendente e autonoma
PAUSA
13.30 – 16.30 – CATERINA BOSSA – MOD 2

Gestire i comportamenti sessuali problematici delle persone con disabilità. Linee guida per la costruzione di un progetto integrato con i destinatari: famiglie, operatori dei servizi e persona con disabilità

GRUPPO 4 – La Polveriera (Via Terrachini, 18)
10.00 – 13.00 – CATERINA BOSSA – MOD 2

Gestire i comportamenti sessuali problematici delle persone con disabilità. Linee guida per la costruzione di un progetto integrato con i destinatari: famiglie, operatori dei servizi e persona con disabilità

PAUSA
13.30 – 16.30 – ANNA CONTARDI – MOD 2

Programma per lo sviluppo di una vita affettiva e sessuale indipendente e autonoma

Torna su ↑

Torna su