Archivi mensili: giugno 2017

Vivere con un adolescente con disabilità

La disabilità arriva come uno tsunami: travolge tutto, scardina il tuo mondo, i rapporti e gli equilibri tra chi si vuol bene. In collaborazione con la Lega del Filo d’Oro, diamo voce, qui e sul giornale, alle famiglie che vivono questa esperienza. Come i genitori di Federico, che sta diventando grande. 

(altro…)

“Sex Advisor”, una trasmissione radiofonica per parlare di sesso e disabilità

Ci sforziamo di venire incontro alle persone con disabilità per ogni loro bisogno che non possa essere svolto in completa autonomia: le aiutiamo a vestirsi, spogliarsi, mangiare, lavarsi. Eppure molti pensano che non esista un legame tra sesso e disabilità, che sia persino sconveniente parlarne. (altro…)

Love Ability PRIDE – Sassari 9 giugno 2017

Love Ability PRIDE
Incontro pubblico su sessualità e disabilità
9 giugno 2017 ore 17.00
Via Roma 105 – Sassari

Di sessualità e disabilità si parla tanto ma raramente i due temi vengono affrontati insieme e con un approccio intersezionale che tenga conto della pluralità e dell’interconnessione delle differenze nei processi di discriminazione sociale.
Salvo alcune esperienze frammentarie, che vedono coinvolti attivisti e operatori/operatrici del settore, infatti, l’esistenza della sessualità per persone con disabilità viene prevalentemente trascurata e negata, anche nelle comunità LGBT.
Eppure la dimensione relazionale, affettiva e sessuale rappresenta un’area fondamentale del potenziale umano e per il benessere della comunità che non può essere esclusa in presenza di una disabilità ma sostenuta e valorizzata in ogni fase del ciclo di vita.

Love Ability PRIDE vuole essere un momento di riflessione condivisa e di costruzione di linguaggi comuni al fine di garantire piena cittadinanza alla dimensione affettiva e sessuale delle persone di ogni orientamento sessuale con disabilità.

L’evento è promosso dall’associazione La Formica Viola, che ringrazia l’ospitalità del MOS Movimento Omosessuale Sardo all’interno del loro percorso PRIDE, e si rivolge a liber* cittadin*, professionist*, studenti e studentesse, familiari e chiunque possa essere interessato/a alla tematica trattata.

 

PROGRAMMA

Introduce e modera Maria Rosaria D’Andrea

Presentazione LoveAbility Pride
Francesca Fadda – psicologa, psicoterapeuta, associazione La Formica Viola

Sesso, disabilità e orientamento sessuale: tabù e pregiudizi da superare – in videoconferenza
Priscilla Berardi – medico, psicoterapeuta, sessuologa

Discriminazione di genere e sessualità nella disabilità
Francesca Arcadu – Attivista e coordinatrice Gruppo Donne UILDM

Movimento LoveGiver e figura dell’Assistente sessuale – in videoconferenza
Fabrizio Quattrini – Psicologo, psicoterapeuta, sessuologo, Presidente dell’Istituto Italiano di Sessuologia Scientifica di Roma
Max Ulivieri – Presidente del Comitato per l’assistenza sessuale alle persone con disabilità

A seguire i relatori e le relatrici risponderanno alle domande del pubblico.

INGRESSO LIBERO

Informazioni
La Formica Viola – Associazione di promozione sociale (Cagliari, Pescara)
Francesca Fadda cell. 3472114917
laformicaviola@gmail.com
http://www.laformicaviola.com

 

Fonte: francescafadda.com

BORGARO: È INIZIATO IL CORSO SU “AFFETTIVITÀ, GENITORIALITÀ E SESSUALITÀ DELLE PERSONE DISABILI”

Si è svolto sabato scorso e proseguirà nelle giornate del 10 e del 17 giugno. Un’ulteriore passo avanti per l’associazione Insieme per l’Handicap dopo l’apertura dello sportello d’ascolto proprio su queste tematiche. Lo stesso sportello aprirà il 6 giugno anche a Caselle. (altro…)

Disabili Abili Fest, a Firenze un evento per abbattere le barriere

Chi ha detto che talento e disabilità devono escludersi a vicenda? È da questa riflessione che nasce il Disabili Abili Fest, un’iniziativa pensata per abbattere le barriere fisiche, architettoniche e mentali grazie alla musica, allo sport, all’arte e all’informazione, in programma sabato 27 maggio presso l’Unione Sportiva Affrico di Firenze (viale Manfredo Fanti 20).

Ospiti, tornei, concerti, incontri e momenti di spettacolo: saranno queste le iniziative proposte dalla seconda edizione della manifestazione organizzata dall’azienda produttrice di ausili alla mobilità Disabili Abili. L’evento, dedicato a partecipanti con ogni genere di disabilità, sarà facilmente accessibile e completamente gratuito (www.disabiliabili.net).

Grande attenzione sarà dedicata allo sport: sarà possibile partecipare a tornei di bocce, wheelchair tennis (ovvero tennis in carrozzina) ed è già confermata la presenza della squadra fiorentina di wheelchair basket Volpi Rosse Menarini; inoltre il Centro Sportivo Educativo Nazionale sarà presente con stand dedicati all’handbike, al triathlon, al kung fu e alla danza sportiva.

“Siamo entusiasti di presentare la seconda edizione del Disabili Abili Fest – spiega Diego Gabriele, ideatore dell’iniziativa – frutto di una prima esperienza realizzata l’anno passato. Durante la prima edizione ci siamo resi conto che esistono due vie per parlare di disabilità in modo diverso: la musica e lo sport, elementi fondamentali della vita di ogni persona. Quest’anno abbiamo deciso di concentrarci su questi due poli, annoverando tra le realtà partecipanti scuole di danza con ballerini sia normodotati che disabili, oltre che band con membri misti e team sportivi che integrano diversi livelli di disabilità”. Ivano Nuti, presidente delle Volpi Rosse Menarini, ha concluso: “L’esperienza delle Volpi Rosse Menarini parte nel 2005 e cresce in Toscana. Da anni portiamo avanti con Disabili Abili un percorso comune finalizzato all’inclusione sociale e all’abbattimento delle barriere culturali. Durante il festival sarà possibile non solo provare l’esperienza del weelchair basket insieme a noi, ma anche assistere a due partite che disputeremo con squadre da Lazio e Sicilia.”

Leggi l’articolo completo.

Fonte: gonews.it

Professione Lovegiver

Per capire più da vicino in cosa consiste questo tipo di assistenza, abbiamo deciso di parlarne con Judith Aregger, che dal 2009 esercita la professione in Svizzera, uno dei Paesi europei (insieme a Belgio, Olanda e Scandinavia) in cui è regolamentata. «Non c’è una sessualità delle persone disabili, ma delle persone, degli individui, con le loro storie, il loro vissuto, le loro esperienze, capacità e difficoltà», ha precisato a SexTelling. (altro…)

«Basta tabù, il sesso è un diritto»

«È ormai evidente che anche le persone con gravi disabilità hanno normali esigenze affettive e sessuali, ma troppe volte sono impedite proprio dalla loro condizione o dal pregiudizio che ancora ammanta la nostra società». (altro…)

Torna su ↑

Torna su