“Affettività e sessualità nelle persone con disabilità non rappresentano un tema “delicato” e devono essere trattati come  naturale componente dei bisogni soggettivi di ogni persona”. Così parla Maria Cristina Pesci, medico, psicoterapeuta e sessuologa  che da molti anni si occupa delle problematiche legate al tema di sessualità e disabilità e che ha animato il pomeriggio di riflessione e confronto sul tema,  che ha avuto luogo giovedì 19 Novembre presso la Biblioteca Comunale di Ponte Buggianese.
Leggi l’articolo completo.

 

Fonte: gonews.it