Archivi mensili: ottobre 2015

Sesso, violenza e disabilità: abbattiamo l’ultimo tabù

Il 25 novembre è la giornata contro la violenza di genere, ma l’accanimento, in mille modi diversi, contro le donne con disabilità è ancora un tabù. Perché è un doppio pugno nello stomaco, perché è difficile guardare quello che ci fa paura. (altro…)

Corso biennale di formazione per CONSULENTE in SESSUOLOGIA

Il corso è indirizzato a medici e psicologi ed operatori sanitari

Il Corso si articola in 6 stages per ogni anno, che si terranno a Torino di sabato e domenica (orario 8.30 – 19.00), per un totale di 200 ore nell’arco del biennio. Le attività formative consistono in lezioni teoriche (100 ore) e gruppi di formazione di 10-15 persone (100 ore).

I gruppi sono di quattro tipi: autocentrati, di approccio corporeo, di lettura e di discussione casi.

 

Insegnamenti previsti

La sessualità in diversi rami del sapere: Biologia, Etologia, Sociobiologia, Psicologia (psicoanalisi, cognitivismocomportamentismo, teoria sistemico-relazionale, bioenergetica), Antropologia, Sociologia, Filosofia, Religioni – Gli elementi costitutivi della sessualità: La Funzione Erotica (Desiderio, Eccitazione, Orgasmo, Piacere, Vissuto corporeo, Immaginario erotico, Eterosessualità, Bisessualità, Omosessualità, Masturbazione), l’Identità sessuale, gli Affetti, la Relazione di Coppia, la Creazione (funzione erotica e funzione riproduttiva), l’Amore – La sessualità nell’arco della vita – Valori e Norme: normalità, salute, etica, educazione, deontologia, legge – Farmaci e funzione sessuale – Problemi sessuali in situazioni particolari: contraccezione, adulterio, abuso, prostituzione, pornografia, internet, immigrazione, stati morbosi (lesioni neurologiche, cardiopatie, nefropatie, disturbi alimentari, handicap, malattie sessualmente trasmesse, malattie mentali, interventi chirurgici, ecc.) – Le malattie della sessualità: le alterazioni somatiche, i Disturbi Sessuali (le Disfunzioni sessuali, le Parafilie, i Disturbi dell’Identità di genere), l’inquadramento diagnostico integrato – Le terapie della sessualità: farmacologiche, chirurgiche, psicoterapiche; la costruzione di un progetto terapeutico integrato. Metodologia e tecniche della consulenza: anamnesi, inquadramento diagnostico secondo il modello dei 5 cerchi, progetto terapeutico, la risposta di prima battuta. – Metodologia e tecniche dell’educazione sessuale.

Iscrizioni entro 20 settembre 2015 – inizio corsi 24 ottobre 2015

Per essere ammessi ai corsi è necessario: 1) inviare domanda corredata da curriculum vitae 2) sostenere un colloquio presso uno dei Didatti della Scuola. Il costo d’iscrizione è di € 1750,00 (+IVA) per ogni anno di corso. I corsi sono a numero chiuso.

Il Comitato Didattico si riserva ogni diritto sull’accettazione delle domande.

Certificazioni: un CERTIFICATO DI FREQUENZA verrà rilasciato al termine del secondo anno a quanti abbiano frequentato non meno dei 5/6 dell’attività. Un ATTESTATO DI FORMAZIONE verrà rilasciato a quanti, terminato il corso ed in possesso del certificato di frequenza, chiedano di sottoporsi a prova di valutazione con presentazione di un elaborato scritto sulle materie di studio.

 

Scuola Superiore di Sessuologia Clinica Via Sacchi, 42 – 10128 TORINO Tel./Fax. 0116199465 www.sssc.torino.it – e.mail: info@sssc.torino.it

Leggi il pieghevole.

 

Fonte: sssc.torino.it

IV Convegno ASST – La coppia over 60

Centro Congressi “Molinette Incontra” – Aula Magna “A.M. Dogliotti”, corso Bramante 88, Torino

 

Le professioni di aiuto si confrontano sul tema della salute sessuale.

 

Vedi la locandina.

Vedi il pieghevole.

 

Fonte: cittadellasalute.to.it

Assistenza dell’ostetrica e sessualità nella disabilità motoria

L’ostetrica non dovrebbe essere solo colei che assiste e consiglia la donna nel periodo della gravidanza, durante il parto e nel puerperio, ma anche chi partecipa alla promozione della salute sessuale e riproduttiva per l’intero arco della vita della donna, (altro…)

Volevo solamente fidanzarmi…

Sala congressi del Comune di Rivoli, Corso Francia 98.

Organizzato dal Cisa in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Rivoli.

Perché questo seminario?

Per traare le problematiche connesse alla sessualità nella disabilità e domandarci:Come reagisce la società di fronte a questo problema?

Chi decide per il disabile?

Repressione, tutela,amministrazione di sostegno?

La disabilità cognitiva è un mondo a parte? Gli interventi educativi che si attivano inf avore della persona con disabilità intellettiva hanno come obiettivo la massima autonomia della persona nell’ambito di valori di dignità e uguaglianza. Ma questi principi toccano anche la sfera della sessualità. Non si può pensare che il disabile cognitivo sia come un bambino, sia assessuato; che si associ ad una cognitività semplice un’altreanta sessualità semplice oppure una sessualità pericolosa ed incontrollata e, perciò, se possibile da sedare con una pillola.

Leggi il programma completo.

 

La partecipazione è gratuita

Per informazioni:

milena.gargioli@cisarivoli.it; sabrina.gargioli@cisarivoli.it

tel. 011/9501449/54

È gradita l’iscrizione hcp@cisarivoli.it – tel. 011/9501418

 

Fonte: cisarivoli.it

 

Torna su ↑

Torna su