La sessualità non è solo il rapporto sessuale e i suoi problemi, ma si riverbera nel sociale, favorendo la realizzazione dell’aspetto affettivo, una genitorialità adeguata e consapevole, un’azione contro il pregiudizio e un’attenzione al diverso.

 

TORINO 28 SETTEMBRE – 3 OTTOBRE 2015

Conferenze e dibattiti

Centro Relazioni e Famiglie

Torino – via Bruino 4 –  ora 18.00 – Ingresso libero
A cura di Fondazione Carlo Molo onlus

 

in collaborazione  con Centro Relazioni e Famiglie – Centro Antiviolenza

e la partecipazione di Servizio Passepartout e Servizio LGBT – Settore Pari Opportunità e Politiche di Genere

Città di Torino

 

Lunedì 28 settembre al via a Torino la seconda edizione della Settimana del Benessere Sessuale iniziativa nazionale promossa dalla Federazione Italiana Sessuologia Scientifica con lo scopo di diffondere a un pubblico allargato la consapevolezza che una buona conoscenza della sessualità sotto tutti i suoi aspetti anche e soprattutto sociali, sono indispensabili per condurre una vita affettiva serena e corretta.

I 4 incontri a ingresso libero (ore 18.00) presso il Centro Relazioni e Famiglie di via Bruino 4 – Torino, verranno aperti dall’intervento dell’Assessore Ilda Curti e sono a cura della Fondazione Carlo Molo onlus in collaborazione con Centro Relazioni e Famiglie – Centro Antiviolenza  e la partecipazione di Servizio Passepartout e Servizio LGBT del Settore Pari Opportunità e Politiche di Genere  della Città di Torino.

 

Le tematiche affrontate vanno dalla responsabilità di chi si coccupa oggi di educazione sessuale (dott.ssa Alessandra Milighetti – lunedì 28); alla considerazione che la famiglia tradizionale non è più la sola possibile, ma nella realtà esistono molte situazioni diverse, tra cui le famiglie cosiddette omogenitoriali (dott.ssa Chiara Crespi e dott.ssa Valentina Mineccia) e l’esperienza di una rete che si occupa di genitorialità transessuale come l’associazione nazionale Rete Genitori Rainbow (martedì 29). Mercoledì 30 l’intervento di Claudio Foggetti e Marcella Di Pietro riguarda Sessualità e Disabilità: gli esiti di un trauma o di una malattia fissano comunque l’appuntamento con i bisogni di felicità, quanto conta l’assistenza sessuale?. In chiusura giovedì 1 ottobre ore 18.00, lo spettacolo “Ricerchiamoci” proposto dall’Associazione Cerchio degli Uomini che da tempo lavora sul cambiamento, il superamento dei limiti del patriarcato, e la ricerca di un modo nuovo di essere uomini e di relazionarsi con le donne, dialogando e portando questo confronto anche a teatro.

 

PROGRAMMA

 

  • Lunedì 28 settembre 2015 ore 18

Importanza dell’educazione all’affettività e alla sessualità

Intervengono:

Assessore Ilda Curti, politiche delle Pari Opportunità – Città di Torino

Dr.ssa Alessandra Milighetti insegnante, consulente sessuale

 

  • Martedì 29 settembre 2015 ore 18

Come vivono i figli l’omosessualità o la transessualità del genitore

Intervengono:

Dr.ssa Valentina Mineccia psicologa psicoterapeuta presso il CIDIGeM,

Dr.ssa Chiara Crespi psicologa psicoterapeuta presso il CIDIGeM

Egon Botteghi referente nazionale per la Genitorialità Transessuale di Rete Genitori Rainbow

 

  • Mercoledì 30 settembre 2015 ore 18

Sessualità E Disabilità: Dibattito Attorno Alla Figura Dell’assistente Sessuale

Intervengono:

Claudio Foggetti responsabile del progetto Affettività, Sessualità, Genitorialità

delle Persone con Disabilità – Comune di Torino

Marcella Di Pietro psicologa e psicoterapeuta, Centro Afasia C.I.R.P. – Fondazione Carlo Molo onlus

 

  • Giovedì 1 ottobre 2015 ore 18

“ Ricerchiamoci”

Spettacolo dell’Associazione Cerchio degli Uomini

 

Leggi la locandina.

 

Informazioni:

Centro Relazioni e Famiglie Tel.  0114431562 mail relazioniefamiglie@comune.torino.it

Fondazione Carlo Molo onlus Tel. 0115805444 mail segreteria.fcm@gmail.com

 

Fonte: Fondazione Carlo Molo onlus