Risponde Ileana Argentin nella nuova puntata della rubrica «Parla con me».


Gentile Ileana Argentin,
trovo tutto questo quasi osceno e di pura fantascienza: l’assistente sessuale? Ma se manca un assistenza di base ai disabili! Poi lo trovo fuori moralità. Io sono disabile, e per questo il mio ragazzo mi ha mollato, ma mai e poi mai vorrei una figura del genere. Non condivido affatto, l’assistenza di cui abbiamo bisogno è ben altra.
Linda

 

Queste persone non cercano l’amore, ma il sesso. Per quello esistono le prostitute e i gigolò, che può provvedere a chiamare la persona in questione…. Vogliamo mettere queste spese a carico dello Stato? Stiamo davvero esagerando!
Elena

 

Non vedo perché dobbiamo pagare noi contribuenti! Si incentivi questa «figura» ma il pagamento deve essere a carico di chi lo richiede.
Mariagrazia


Allora anche ai brutti garantiamo lo stesso servizio? Anche se uno è brutto ha diritto ad amare! Su, non esageriamo.
Cecilia

 

Una proposta di legge sull’assistenza sessuale per i disabili è la risposta a un bisogno sollecitato da molti genitori e ragazzi con difficoltà fisiche o mentali che rivendicano semplicemente un diritto.

 

Vai allarticolo completo.


Fonte: vanityfair.it