Archivi mensili: ottobre 2014

STRUMENTI PER PRENDERSI CURA DEL ‘DOPO DI NOI’ PROSPETTIVE PER UN NUOVO WELFARE PARTECIPATO

Hotel Residence “Villa Glicini” – Via Val Pellice 68/a, San Secondo di Pinerolo, (TO)

Il problema del “futuro” rimane una costante nel processo di aggiornamento della progettualità dei servizi per la disabilità.

In particolare la “casa” acquista un’importanza fondamentale per garantire il sostegno alla domiciliarità nel progetto di vita della persona.

Seguendo la tradizione ormai ventennale dei Seminari dedicati alla disabilità, questo mette in cantiere due specifici strumenti per prendersi cura del “dopo di noi”: la Fondazione di Partecipazione ed il Trust, probabilmente modalità di intervento ancora poco conosciute e di conseguenza poco attivate.

Il Seminario intende proprio approfondire i due presupposti che stanno alla base di questa prospettiva progettuale: da un lato il bisogno reale che le famiglie esprimono verso i loro figli avviati ad un progressivo processo di distacco dai genitori, dall’altro una modalità nuova di intervento che vede l’incontro/collaborazione fra Privato/Privato Sociale/Pubblico in una dimensione di reciproca messa in comune di risorse, fondata su un rapporto di fiducia capace di attivare e mobilitare le risorse della Comunità locale.

CLICCA QUI PER VEDERE IL PROGRAMMA

Per iscriverti vai al sito.

Fonte: bottegadelpossibile.it

CORSO DI FORMAZIONE “Sessualità e disabilità: parliAMOne”

L’obiettivo del corso è quello di sensibilizzare gli operatori del settore socio-sanitario
(educatori, psicologi, assistenti sociali, medici ecc) sul tema della sessualità nella disabilità, e dare loro alcuni strumenti teorici e di riflessione da poter utilizzare nei servizi per affrontare con maggiore consapevolezza la tematica con i pazienti e con i familiari.
Per iscrizioni:
UFFICIO FORMAZIONE ASUR AV2 – JESI
mail: chiara.sancricca@sanita.marche.it
Sede del corso:
Area Vasta n.2
Sede Amministrativa: Via Marconi, 9
60044 Fabriano (AN)
Fonte: grusol.it

Sessualità e disabilità: un convegno al Centro per le Famiglie

Si è svolto nella sede del Centro per le famiglie l’incontro su “Affettività e sessualità. Affettività genitorialità e sessualità nelle persone con disabilità” promosso dal Comune di Piacenza in collaborazione con l’Asp Città di Piacenza, il Polo informativo sulla disabilità Centro di documentazione per l’integrazione, l’Aias di Piacenza e il Centro per le famiglie. (altro…)

Uomini, donne e l’assistente sessuale

Ciò che più mi dispiace, è che mio figlio a 27 anni non abbia ancora incontrato una donna. Eppure è un bel ragazzo». Ed è vero, Angelo (nome fittizio per celare la sua identità) è un gran bel ragazzo, alto, biondino, con due occhi azzurri limpidi e sinceri. (altro…)

La disabilità, il dibattito sull’assistente sessuale e oltre

In questo approfondimento curato da Andrea Pancaldi, non si intende entrare nel dibattito sui “sì, no, forse” della figura dell’“assistente sessuale”, ma ci si limita a dare una serie di indicazioni di lettura, per farsi un’idea in (altro…)

Disabili e sessualità: amore possibile?

Presso la sede dell’associazione A.T.A.D Il Pineto, ubicata in via Sant’Annibale Maria di Francia a Trani, parte un corso di formazione, finanziato dal csvBari, dal titolo “Disabili e sessualità… Un amore impossibile?”.

Il progetto nasce dall’esigenza di formare operatori nel sociale, volontari, insegnanti e genitori di ragazzi disabili sul tema della sessualità e affettività dei giovani con disabilità. Tale questione ha sempre posto interrogativi pedagogici e problemi pratici, i quali hanno visto l’alternarsi di atteggiamenti di rifiuto, di negazione, o al contrario, un interesse carico di aspettative irreali.

Per info e prenotazioni 3315250946

 

Leggi l’articolo completo.

 

Vedi il programma del corso.

 

Fonte: radiobombo.it

AFFETTIVITÀ E SESSUALITÀ

presso il Centro per le Famiglie del Comune di Piacenzavia Marina d’Italia

Galleria del Sole – sala polivalente n. 69

Il Servizio del Comune di Torino offre orientamento e consulenza pedagogica, educativa e psico-sessuologica sulle tematiche della sessualità, dell’affettività e della genitorialità delle persone con disabilità. Si concretizza in due sportelli, uno rivolto a tutte le figure di vicinanza delle persone con disabilità intellettiva, l’altro alle persone con disabilità fisico-motoria e i loro familiari. La complessità della tematica, le fragili e delicate implicazioni sociali e culturali impongono una scelta di rigore scientifico e metodologico che può essere assicurata solo attraverso la diretta collaborazione di professionisti autorevoli e qualificati (medici, psicologi, sessuologi, educatori) che si sono dichiarati disponibili a collaborare fattivamente alla programmazione e tenuta del progetto.

Saranno presenti il DOTT. CLAUDIO FOGGETTI e alcuni operatori del servizio.

La partecipazione all’incontro è gratuita.

Per esigenze organizzative è necessario conoscere anticipatamente il numero degli iscritti al seminario. Si chiede pertanto di segnalare la propria presenza entro venerdì 17 Ottobre ai seguenti recapiti:infohandicap@yahoo.itfax 0523/609514tel. 0523/593604 (lun – mar – mer – ven 8.30 – 13.00 / gio 15.00 – 18.00)

Leggi il programma completo.

Fonte: Polo Informativo sulla disabilità del Comune di Piacenza

Incontri e laboratori rivolti a operatori, docenti, volontari, professionisti e genitori.

Dopo l’esperienza svoltasi nel 2013 con il laboratorio formativo Affettività e sessualità, che coinvolgeva operatori e genitori di persone con disabilità, quest’anno sono previsti due percorsi in parallelo: uno rivolto ai genitori e uno rivolto agli operatori sociali, insegnanti, professionisti, volontari che agiscono con persone con disabilità cognitiva e psico-fisica.

Ne danno notizia e lo organizzano il Centro servizi per il volontariato di Perugia e l’associazione di volontariato Passaparola onlus in collaborazione con associazione Vivere Insieme, Gruppo integrato PEaS (Usl Umbria 1 – Distretto Sanitario del Trasimeno, Zona Sociale Trasimeno n. 5, CeSVol), Cooperativa Polis, Cooperativa Seriana 2000.

Gli incontri sono a partecipazione gratuita e libera, previa iscrizione entro il 17 ottobre 2014 da comunicare a

– Giovanna Violini, Assistente sociale coordinatore dei centri diurni SRE

tel. 347 10 25 325 – email giovanna.violini@uslumbria1.it

– Sportello CeSVol del Trasimeno

tel. e fax 075951217 – email clago@pgcesvol.net.

 

I laboratori sono entrambi condotti da Rosella De Leonibus, psicologa e psicoterapeuta, responsabile della sede umbra dell’associazione Ciformaper.

 

Questo il calendario degli incontri per operatori, docenti, volontari, professionisti:

Giovedì 23 ottobre 2014, ore 16.30-19.30

Giovedì 27 novembre 2014, ore 16.30-19.30

Il percorso proseguirà nell’anno 2015 con altri 6 incontri.

Sede: Centro diurno Sant’Arcangelo, via della Sapienza – 06063 Sant’Arcangelo di Magione (PG)

 

Calendario degli incontri per genitori:

Martedì 4 novembre 2014, ore 09.30-11.30

Martedì 2 dicembre 2014, ore 09.30-11.30

Il percorso proseguirà nell’anno 2015 con altri 9 incontri.

Sede: Sportello Cesvol del Trasimeno, piazza Stazione, 14 – 06061 Castiglione del Lago (PG).

 

Fonte: superabile.it

Convegno “Affettività, sessualità, handicap”

Arcipelago Sagarote ha organizzato  presso l’istituto d’istruzione superiore secondaria di località Praino e presso l’Hotel Ducale di Diamante, il convegno “Affettività, sessualità, handicap” con il sostegno del CSV Cosenza, nell’ambito delle MAP – Micro azioni partecipate 2014.

I lavori prenderanno il via alle ore 10.30, presso l’istituto scolastico con i saluti di Concetta Smeriglio, dirigente scolastico e di un referente del Comune. Seguiranno gli interventi del neuropsichiatra infantile Enrico Nonnis e di rappresentanti del Gruppo Mah di Napoli e dell’AIPD – Associazione italiana persone down di Cosenza. La mattinata si concluderà con un dibattito con studenti e partecipanti.

Nel pomeriggio i lavori, moderati da Luciana Virginia Pasetto, si terranno presso l’Hotel Ducale a partire dalle ore 15.00.

 

La partecipazione è gratuita.

Informazioni: 347.9208309  virgo47@libero.it

 

Fonte: csvcosenza.it

Le sessualità e la disabilità

Presso la sala consiliare del Comune di Pescara, si terrà il convegno conclusivo del progetto La sessualità nella disabilità: un di­ritto di Anffas onlus Pes­cara.

Il progetto, rivolto principalmente a persone con disabilità intellettiva e/o relazionale e ai loro fa­miliari, ha visto realizzarsi un percorso sul tema della sessualità in tutti i suoi aspetti attraverso la costituzione di due gruppi di auto mutuo aiuto.

La sessualità, infatti, ancora oggi rappresenta per le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, nonostante una maggiore consapevolezza e migliori conoscenze teoriche, una limitazione sul piano della effettiva realizzazione di una vita affettiva e sessuale. Tra i vari obiettivi, il più importante è stato quello di contribuire ad un’aper­tura per favorire una ses­sualità so­ste­nibile invece che una semplice gestione della stessa e soprattutto per uscire dalla dimensione di un’es­perienza uma­na o­messa, esclusa e spesso ostacolata.

Il progetto è stato realizzato grazie al finanzia­mento della Re­gione A­bruzzo, L.R. 95/95 e al contributo della Fon­dazione Pescarabruzzo.

Fonte: pescarapescara.it

Torna su ↑

Torna su