Archivi mensili: febbraio 2014

Siblings e genitori di persone con disabilità

La Fondazione Ariel promuove un percorso di gruppo dedicato ai sibligs, ovvero ai fratelli o sorelle di persone con disabilità. Questo con l’obiettivo di creare uno spazio di confronto utile a comprendere come non siano gli unici  a vivere questa condizione, aiutandoli quindi nello scambio di esperienze con chi sa cosa vivi  e quali sono le tue difficoltà. Il rapporto tra fratelli è infatti spesso intenso e carico di conflitti, tanto più quando il  fratello o la sorella abbia una disabilità. In questo caso si innesca tutta una serie di particolarità in un legame che per forza di cose differisce da quello tra fratelli non disabili. Uno dei rischi,  ad esempio, è che le relazioni possano basarsi più sull’obbligo di vegliare sull’altro che sull’affetto.

Da qui nasce il percorso di gruppo che Fondazione Ariel dedica ai fratelli e sorelle di persone disabili: spazi di ascolto e momenti esclusivi per sentirsi meno soli, dedicati a ragazzi dai 14 ai 25 anni, a partecipazione interamente gratuita. Si tratta di una esperienza che avrà come perno la condivisione nel corso di appuntamenti periodici che si svolgeranno una volta al mese.

Gli incontri si svolgeranno presso l’Auditorium al Building 2 dell’Istituto Clinico Humanitas, Via Manzoni 56, Rozzano (MI).

A supportare il percorso ci saranno esperti per stimolare il confronto, condividere vissuti, domande e la ricchezza che questa sfida può donare.

Le iscrizioni vanno effettuate contattando la dr.ssa Stefania Cirelli all’indirizzo mail

stefania.cirelli.ariel@humanitas.it oppure al numero verde gratuito 800.133.431

Per informazioni:

Per info: Fondazione Ariel

Tel: 02.8224.2315 – Fax 02.8224.2395

Numero Verde: 800.133.431

fondazione.ariel@humanitas.it

www.fondazioneariel.it

 

Tutti hanno diritto a una vita sessuale

L‘eros è un bisogno naturale che alle persone con disabilità viene negato. Il problema viene lasciato alle famiglie. E la soluzione spesso è una prostituta. Ora però esiste un’alternativa: un‘assistente sessuale. Abbiamo incontrato la prima italiana che ha scelto di farlo. E i suoi pazienti. L’incontro tra Gabriele Piovano costretto su una sedia a rotelle (altro…)

Ogni anno 250 mila donne vittime del lavoro, 2 mila diventano disabili

“Tesori da scoprire: la condizione della donna infortunata nella società. Un’indagine sulle donne vittime del lavoro”: è questo il titolo della ricerca presentata dall’Anmil (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro) a Palazzo Giustiniani a Roma. Realizzato con il supporto tecnico di Datamining e Interago, lo studio (altro…)

Guida introduttiva per insegnanti e genitori

Dennis è un bambino fortunato: la sua mamma, Erica, gli vuole tanto bene che ha deciso di frequentare un corso per imparare ad aiutare i bambini con disabilità a socializzare. Bambini che, come Dennis, sognano di avere tanti amici.

Durante il corso, Erica ha scoperto alcuni aspetti fondamentali della disabilità infantile, ha imparato (altro…)

Siria, mamma coraggio di due gemelli autistici

Se ci fosse la classifica degli eroi italiani questa mamma starebbe tranquillamente sul podio. Magari prima. Non le manca niente. Le sue credenziali sono da record. Già è molto dura avere in casa un figlio autistico: lei però è oltre l’immaginabile. (altro…)

Far rete nella disabilità acquisita: Esperti e Associazioni a confronto per un percorso integrato

Convegno Regionale Toscano, in programma a San Giovanni Valdarno, Auditorium Banca del Valdarno, Via Montegrappa, 2/b (Arezzo), organizzato dall’ATRACTO (Associazione Traumi Cranici Toscani) e voluto per mettere a confronto numerosi esperti del settore con i rappresentanti di alcune Associazioni, allo scopo innanzitutto di elaborare un progetto comune.

Aperto dai saluti di Gianfranco Donato, presidente della Banca del Valdarno, di don Francesco Rosi, parroco della locale Chiesa di Santa Teresa del Bambin Gesù e di Leonardo Rossi, delegato del Cesvot, l’incontro – coordinato dal giornalista Giustino Bonci– prevede gli interventi di

Maurizio Viligiardi, presidente della Conferenza dei Sindaci del Valdarno (L’importanza di una Fondazione per la gestione dei servizi per la disabilità);

Mario Ghezzi, neurologo (Gli aspetti delle malattie neurodegenerative);

A. Testa, neurologo (Gli esiti dopo una grave cerebrolesione acquisita);

Rosanna Intini, psicoterapeuta (Disabilità, relazione e sessualità);

Chiara Sighel, psicologa e psicoterapeuta (Gli aspetti psicologici nella disabilità acquisita);

S. Focardi, assistente sociale (Il percorso normativo per le disabilità acquisite);

Sergio Moretti, medico di medicina generale (Il ruolo del medico di medicina generale nel territorio);

Paolo Bongioanni, neurologo e presidente dell’Associazione Neurocare di Pisa (Esperienze a confronto: il ruolo e l’importanza del caregiver);

Romina Raspini, esperta nella metodica dell’auto aiuto (L’importanza dei gruppi di auto aiuto nella disabilita acquisita);

Paolo Fogar, presidente della FNATC (Federazione Nazionale Associazioni Trauma Cranico) (Il ruolo delle Associazioni nel territorio nazionale).

La seconda parte della giornata sarà poi incentrata su una tavola rotonda con le Associazioni, coordinata da Mirella Ricci, vicepresidente e assessore alle Politiche Sociali della Provincia di Arezzo e da Giovanni Rossi, assessore ai Servizi alla Persona e alle Politiche Sociali del Comune di Montevarchi (Arezzo).

Leggi il programma completo.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: presidente@atracto.it. Fonte: http://atracto.net/

 

Disabili e sessualità: un ciclo di incontri in Sicilia

Ha preso il via il 14 febbraio a Sciacca, in provincia di Agrigento, il ciclo di incontri  dedicato a “Sessualità e Disabilità”, promosso dalle organizzazioni di volontariato della delegazione locale del Cesvop, il Csv di Palermo, nell’ambito del progetto di rete “Percorsi di informazione e prevenzione nei Comuni del DSS7”.

L’iniziativa affronta la questione della vita emotiva, affettiva e sessuale delle persone con disabilità e intende promuovere un dibattito scientifico, tecnico e di sensibilizzazione, rivolto agli operatori, ai genitori e a tutte le figure professionali che si occupano di disabilità.
In particolare i temi che si discuteranno sono: famiglie e sessualità dei figli disabili, dimensione corporea, affettiva e sessuale del disabile e educazione sessuale ai disabili.

Per maggiori informazioni visita il sito del CSV di Palermo.

Fonte: redattoresociale.it

Principesse Disney disabili: Humor Chic di aleXsandro Palombo contro la discriminazione

Sta facendo il giro del mondo la nuova serie di artworks di Humor Chic by aleXsandro Palombo che trattano il tema della bellezza e della disabilità che stanno facendo discutere i più grandi media del mondo. (altro…)

Affettività, sessualità e disabilità visiva

Sarebbe utopia pensare di sconfiggere rapidamente i pregiudizi riguardanti le persone affette da deficit visivo e la loro affettività e sessualità, e tuttavia, occasioni come quella di un recente seminario a Brescia non possono che fare da stimolo a un dialogo costante, quanto mai necessario per lasciarsi alle spalle quel modo di (altro…)

“La Tipa Wild”. Il fenomeno The Pills fra sesso e disabilità

Ci sono tipe e tipe. Se sei giovane e incontri quella “wild, forse un po’ troppo wild”, allora la serata prende quella piega che ti fa sentire quello che conquista, e poi invece il conquistato sei tu. Roba da raccontarlo agli amici, anche se forse non ricordi tutto bene bene, perché, sai, hai mischiato alcool a sesso a chissà cosa altro ancora. (altro…)

Torna su ↑

Torna su