Josephine è una bambola di pezza a grandezza naturale, protagonista di un progetto dell’organizzazione Them Wifies, di Newcastle, Inghilterra, basato sull’educazione sessuale per le donne con disabilità mentali.

L’iniziativa vuole permettere alle persone coinvolte di conoscere insieme, attraverso il contatto diretto con il corpo della bambola. Una bambola in cui identificarsi, che consente di vedere su di lei come si comporta il proprio corpo e come deve essere trattato e rispettato, per acquisire maggiore consapevolezza della propria dignità intellettiva ed emotiva oltre che fisica.

Leggi l’articolo completo.

Fonte: atlasweb.it