Partner e collaborazioni

Ben-Essere – Make up therapy è promosso dal Servizio Passepartout per la disabilità fisico motoria del Comune di Torino, in collaborazione con l’Associazione Verba nell’ambito del Progetto Prisma per le relazioni di aiuto.

Tali esperienze, con il supporto e la collaborazione del personale medico infermieristico, sono proposte sia all’interno di percorsi riabilitativi e funzionali ospedalieri, sia presso associazioni, strutture socio sanitarie e nelle sedi del Servizio Passepartout e dell’Associazione Verba, con l’obiettivo di creare una rete dove le persone affette da patologie invalidanti, trovino un supporto e una guida nella cura di sé anche e soprattutto in situazioni di disagio psicologico.

I partner del progetto Ben-Essere sono:

  • l’Azienda Ospedaliera Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino. Nello specifico con l’Unità Spinale Unipolare (centro di riferimento per la cura e la riabilitazione dei pazienti mielolesi e dei centri di riferimento per la cura e la riabilitazione delle patologie cronico-degenerative dell’apparato osteoarticolare) e con il Centro Grandi Ustionati (centro di riferimento per la presa in carico dei pazienti con ustioni estese o patologie assimilabili. Il paziente grande ustionato viene curato dalla fase di emergenza fino a quando è in grado di recuperare la propria autonomia). Con il  Centro Grandi Ustionati del C.T.O. (Centro Traumatologico Ortopedico di Torino) Ben-Essere ha avviato un progetto pilota di Camouflage, trucco terapeutico, su un campione di pazienti, donne e uomini, che presentano cicatrici da ustione  di 2° e 3° grado su mani, volto, collo e arti superiori.;
  • il PresidioAusiliatrice – Don Gnocchi” (centro di medicina riabilitativa attivo dal 1961, è stato acquisito dalla Fondazione Don Gnocchi nell’estate 2004. La struttura è impegnata nel settore della riabilitazione e recupero delle gravi cerebrolesioni acquisite, caratterizzate nella loro evoluzione clinica da un periodo di coma più o meno prolungato. Scopo dell’attività è pertanto l’intervento sui danni secondari, sulle menomazioni, disabilità ed handicap) e con il CentroS. Maria ai Colli” (il quale negli ultimi anni ha subito un profondo processo di ristrutturazione al fine di allargare gli interventi a favore di altre forme di disabilità per offrire a pazienti affetti da patologie ortopediche e neurologiche, interventi riabilitativi sempre più qualitativi ed efficienti). Entrambe le strutture afferiscono alla Fondazione Don Carlo Gnocchi;
  • l’Azienda Sanitaria Locale To1 – “Presidio Ospedaliero Martini“. Presso l’Ospedale Martini è attiva una Unità dedicata alla prevenzione, diagnosi e cura della patologia mammaria. Il disagio delle pazienti oncologiche, relativo alle molteplici problematiche che l’incontro con la malattia determina nei confronti della propria femminilità, è frequente e spesso o non riconosciuto o non sufficientemente considerato. Per sostenere il percorso di cura rivolto alle donne affette da tali patologie il Presidio ha attivato percorsi di sostegno in collaborazione con associazioni;
  • la Circoscrizione 2 – “Spazio Anziani“. Nel Centro di via  de Bernardi 0/0 le persone anziane possono usufruire di una serie di attività: parrucchiera, podologo, lavatrice, stireria doccia, ecc. Il centro è gestito con il contributo delle associazioni di volontariato presenti sul territorio.

 

Il progetto Ben-Essere, inoltre, conta su una rete di collaborazioni importanti, che rendono possibili la promozione e la diffusione del progetto stesso:

  • l8 marzo di solidarietà con la Make-Up Therapy. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Farmacie Comunali Torino,  sostenitori della “giornata”. In occasione dell’annuale festa della donna, le volontarie delle associazioni che sostengono Ben-Essere sono presenti nelle farmacie comunali per promuovere le attività, diffondere i principi ispiratori del progetto, raccogliere fondi e prodotti da utilizzare nei laboratori:
  • Non solo trucco riabilitativo ma anche profumonasce il percorso dell’approfondimento emozionale proposto da Laura Tonatto. “Un profumo puo’ aiutare a ricominciare”. Parola di Laura Tonatto, una delle esperte italiane più apprezzate a livello mondiale nel campo delle fragranze. “Le essenze -spiega- aiutano a stare meglio. Non solo, è dimostrato che si scelgono le fragranze in base alle proprie esigenze. Le persone disabili hanno bisogno di un sostegno non solo nella loro vita quotidiana, ma anche per mantenere la cura di sé e del proprio aspetto, che viene spesso trascurata”. Il progetto prevede, attraverso specifici interventi di sollecitazione olfattiva, la creazione di fragranze, essenze e profumi da parte di un gruppo di donne con disabilità diverse, come quelle fisico motorie, di natura oncologica o dovute a lesioni cerebrali.
  • lunedì, 19 Gennaio 2015

Premio ANCI anno 2009

premioanci

Guida al consumo consapevole dei cosmetici

biodizionario2-300x200

Collaborano con noi

  • Farmacie Comunali
  • Siust
  • Città della Salute