Con questo tatuaggio non si vergognano della mastectomia

Il tatuaggio lei lo vede come una terapia. La francese Alexia Cassar, infatti, è pioniera in Europa nella ‘ricostruzione’ dei capezzoli delle donne che, a seguito di un tumore al seno e di una mastectomia non ce l’hanno più.

Grazie a una speciale tecnica di disegno 3D importata dagli Stati Uniti e che si basa sulla padronanza dell’equilibrio di linee e sfumature di colore, la 40enne ex ricercatrice oncologica, con mano ferma, ridona quella piccola parte di femminilità che il cancro ha brutalmente tolto.

Una scelta della quale nessuna delle ‘clienti’ di Alexia si è mai pentita. “Mi ha permesso di sdrammatizzare la malattia, ora sono pronta a voltare pagina“, dice Lili.

 

Leggi l’articolo originale e guarda il video su west-info.eu/it

  • martedì, 11 luglio 2017