I manichini delle vetrine alleati dell’anoressia

Se le donne hanno più degli uomini la fissa per la linea è anche colpa dei manichini esposti nelle vetrine dei negozi. Perché quelli femminili, a differenza di quelli maschili, sono ispirati a un canone di bellezza che non corrisponde alla realtà.

A dirlo, uno studio inglese pubblicato nella rivista scientifica Journal of Eating Disorder. Dopo aver visitato le principali boutique d’abbigliamento situate in due città-campione, Liverpool e Coventry, i ricercatori hanno infatti riscontrato che il 100% dei manichini femminili rappresenta una donna pelle e ossa. Nettamente in contrasto con le linee guida mediche stabilite per un corpo e un aspetto sano.
Di qui, il duro appello degli esperti a case di moda e rivenditori a ripensare ai modelli di bambole espositive nell’ambito della lotta ai disturbi alimentari.

 

Leggi l’articolo originale su west-info.eu/it

  • venerdì, 5 Maggio 2017