Uno specchio magico al posto del dottore

Wize Mirror sarà in grado di dirci se siamo in salute oppure no.  Si tratta di uno specchio finanziato da sette paesi europei – all’interno del macroprogetto SEMEOTICONS – e coordinato dal CNR di Pisa.

Il rivoluzionario strumento contiene uno scanner 3D e sofisticatissimi fotocamere e sensori per valutare lo stato di salute di chi vi si riflette. Il software analizza, in pochi secondi, il volto, il tessuto cutanei, gli strati adiposi, le espressioni del viso, il colorito, il respiro, la frequenza cardiaca e quant’altro per fare un check-up completo del paziente.

Gli studi clinici cominceranno quest’anno e dato l’elevato costo del primo prototipo, inizialmente lo “specchio magico” sarà proposto solo a palestre, farmacie, centri benessere. Con l’intento di estenderne l’accessibilità all’intera comunità di utenti.

 

Leggi l’articolo originale su west-info.eu/it

  • giovedì, 30 Luglio 2015