(Cantante – Italia)

foto personaggio

Annalisa Minetti nasce il 27 dicembre 1976 a Rho, in provincia di Milano.
A quindici anni, aiutata dallo zio Michele che negli anni sessanta aveva intrapreso la carriera di cantante, scopre il mondo della musica, il suo immenso talento e la grande possibilità di affermarsi come cantante.
Comincia ad esibirsi nei pianobar tra Crema e Cremona proponendo cover di Prince, Ray Charles, Celine Dion e Aretha Franklin, sua cantante preferita.
Nel 1995, con i PerroNegro, partecipa a Sanremo Giovani.
A quindici anni, scopre di essere ammalata di retinite pigmentosa e degenerazione maculare, malattie che la porteranno ad una graduale cecità, fino a farle vedere solo luci ed ombre di giorno e nulla di notte.

Partecipa quindi al concorso di Miss Italia nel 1997 ottenendo qualche stralcio polemico in quanto il fatto di essere parzialmente non vedente fu subito ripreso dai giornali, dandole una certa notorietà prima della finale. Nonostante fosse molto favorita non riuscì comunque a vincere, arrivando tra le prime dieci e diventando però “Miss Gambissime”.

Si rifà, comunque, nel 1998, quando supera la fase di Sanremo Giovani con la canzone “L’eroe sei tu”, cover in italiano di un brano di Mariah Carey e debutta come solista al Festival di Sanremo vincendo la categoria “Nuove Proposte” con il brano Senza te o con te non senza polemiche rispetto a una presunta posizione avvantaggiata per l’handicap della cantante. Il regolamento di quell’anno prevedeva che i primi tre classificati della sezione giovani gareggiassero anche nella categoria Big e, a sorpresa, riuscì ad imporsi anche tra i Big, precedendo Antonella Ruggiero e vincendo quell’edizione del Festival di Sanremo sia nella categoria delle nuove proposte sia nella generica dedicata ai big. Con la vittoria del Festival di Sanremo pubblica anche il suo album di debutto, Treno blu. Nel 1998, dopo la vittoria a Sanremo, tiene una serie di concerti in tutta Italia e nel mondo. Nel 1999 pubblica il suo secondo album, “Qualcosa di più” che  riscuote pochissimo successo e risulterà essere l’ultimo, almeno al momento, della cantante.

Nel 2000 debutta come attrice al musical “Beatrice & Isidoro” nei panni di Beatrice e nel dicembre dello stesso anno partecipa al “Giubileo per disabili” in diretta sulla Rai dal Vaticano.

Nel 2002 sposa il calciatore napoletano Gennaro Esposito e l’anno successivo si diploma come insegnante di spinning e step, diventando insegnante di queste due discipline nelle palestre di Valdisangro in Abruzzo e Fasano in Puglia, mentre nel 2004, Annalisa partecipa al format televisivo Music Farm condotto da Amadeus, prima edizione del reality che prevedeva sfide musicali tra cantanti, perdendo la sfida che l’avrebbe fatta accedere alla finale, in favore di Riccardo Fogli.

L’anno successivo, a sua detta, non sarebbe stata accettata in gara al Festival di Sanremo per ragioni artistiche, tuttavia Toto Cutugno le propone di duettare con lui nella canzone Come noi nessuno al mondo partecipando insieme alla gara.

Nel 2006 alla vigilia del Festival di Sanremo, dichiara di avere subito una discriminazione dal conduttore Giorgio Panariello e dal direttore artistico Gianmarco Mazzi: Dino Vitola, agente della cantante, ha affermato che Panariello gli ha detto di non portare una persona cieca alla manifestazione. Panariello e Mazzi hanno smentito indignati, sostenendo di averla esclusa soltanto per ragioni artistiche. La cantante scrive a tale proposito la canzone Fammi fuori, una canzone contro l’ignoranza e i pregiudizi della gente sui portatori di handicap e, indirettamente, contro Panariello e Mazzi. L’anno successivo, nel luglio 2007 duetta in un concerto con Claudio Baglioni; nell’ultimo trimestre dello stesso anno, ancora in attesa del suo primogenito, posa per alcune foto insieme ad altre donne famose in dolce attesa, che saranno pubblicate in due calendari i cui proventi andranno in beneficenza.

Il 3 gennaio 2008 nasce Fabio, il suo primogenito, ma il 28 febbraio successivo, dopo l’ennesima bocciatura al Festival di Sanremo (ben 5 le canzoni invitate alla commissione), è nuovamente invitata al Teatro Ariston da Toto Cutugno in occasione della serata dei duetti, per la canzone Un falco chiuso in gabbia.

Nel 2009 ha partecipato all’ultimo disco di Claudio Baglioni “Q.P.G.A.”, cantando l’intro di “Buon viaggio della vita”.

Nel 2010 partecipa all’11º Festival della nuova canzone siciliana col brano Nun ti bastu, cantato in siciliano, nella categoria Premio Sicilia.

Il sito di Annalisa Minetti