Dal 5 al 10 ottobre 2020 l’Associazione “è” organizza una settimana di incontri gratuiti in videoconferenza per conoscere il progetto “Connessioni: percorsi esperienziali online con tecniche di Arteterapia e Danzaterapia”. I destinatari sono persone adulte interessate ad avvicinarsi alle artiterapie per elaborare le proprie emozioni e sviluppare la propria creatività. Sono previste proposte specifiche dedicate alle donne in gravidanza o neomamme e a quei lavoratori della relazione che in pandemia hanno incontrato particolari difficoltà: personale sanitario, socio-educativo e docente.

Successivamente saranno attivati brevi percorsi, sempre in modalità online. La quota di partecipazione richiesta sarà 45 euro per un ciclo di tre incontri a cadenza settimanale.

Nato durante il lockdown per sostituire gli incontri in presenza interrotti e per mettere a disposizione le risorse delle artiterapie in un periodo faticoso per molti, “Connessioni” prosegue il suo cammino fra le proposte del cosiddetto “Ateliè”, uno spazio di incontro virtuale che la “è” ah creato per approfondire i temi e praticare le attività che stanno a cuore ai propri soci, tutti legati all’arte come argomento di conoscenza e strumento espressivo.

Arteterapia e Danzaterapia sono pratiche artistiche volte a promuovere le risorse creative degli individui, dei gruppi e delle comunità per sviluppare benessere personale e sociale. Il termine “terapia” si riferisce al concetto di “salute” così come formulato dall’OMS: “stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia”. Servono a esprimere ed elaborare i vissuti personali attraverso i linguaggi delle arti visive e plastiche e della danza. Trovano applicazione in ambito educativo, sociale, riabilitativo e artistico come mezzo di introspezione ed evoluzione. Non è necessario avere particolare esperienza o abilità per intraprendere un percorso: le pratiche sono per definizione accessibili a chiunque lo desideri.

“Connessioni” fa riferimento alle metodologie ArtCare e DanceCare, che integrano le impostazioni date da Edith Kramer per l’Arteterapia e da Maria Fux per la Danzaterapia, con altre pratiche dell’arte e della danza, all’interno delle cornici teoriche della Psicoanalisi della Relazione e delle Neuroscienze.

“Connessioni Arte” prevede l’accompagnamento alla libera espressione creativa con i materiali artistici e al processo di significazione personale attraverso il linguaggio simbolico dell’arte visiva e plastica: disegno, pittura, scultura.

“Connessioni Danza” propone un processo creativo basato sul movimento del corpo, in ascolto autentico e immediato delle emozioni, nella loro espressione e trasformazione.

Con la pratica artistica possiamo “creare una zona di vita simbolica che permette la sperimentazione di idee e sentimenti, portare alla luce le complessità e le contraddizioni della vita, dimostrare la capacità dell’uomo di trascendere il conflitto e di creare ordine dal caos, e infine (…) dare piacere” (Edith Kramer).

Il progetto è a cura di Elena Maria Olivero e Camilla Viscito, arteterapeute e danzaterapeute cliniche dell’Associazione “è”.

Il programma della open week:

> DANZA Gravidanza e Neomamme – LUNEDI 5 OTTOBRE 14.30-16.00
> ARTE Gravidanza e Neomamme – MERCOLEDI 7 OTTOBRE 14.30-16.00
> DANZA Personale Sanitario, Socio-Educativo e Docente – GIOVEDI 8 OTTOBRE 18.00-19.30 oppure SABATO 10 OTTOBRE 10.30-12.00
> ARTE Personale Sanitario, Socio-Educativo e Docente – MERCOLEDI 7 OTTOBRE 18.00-19.30
> DANZA Adulti – LUNEDI 5 OTTOBRE 18.00-19.30

> ARTE Adulti – MERCOLEDI 7 OTTOBRE 18.00-19.30

È possibile concordare l’attivazione di altri gruppi, anche attraverso strutture educative, riabilitative, socio-assistenziali.
È possibile concordare incontri individuali su richiesta.

Come partecipare:

Scrivere una email a info@eassociazione.org indicando nome e cognome, numero di telefono, preferenze di gruppo e orario o eventuale altra proposta specifica.

Gli incontri della open week sono gratuiti, con prenotazione.

Successivamente sarà possibile iscriversi al percorso di tre incontri al costo di 45 euro. L’iniziativa è dedicata ai soci della “è” e a chi possiede una tessera ARCI. Per associarsi indicarlo nella richiesta via email.

Condizioni particolari possono essere concordate in caso di adesione da parte di enti operanti nei settori educativo, sociale e sanitario.

Per gli eventuali incontri individuali richiesti, i costi saranno concordati ad hoc.