Il 31 gennaio 2018,  il Sindaco di Casale Monferrato Titti Palazzetti insieme all’Assessore alla Cultura Daria Carmi e al Segretario Generale Sante Palmieri, hanno presentato alla cittadinanza il dossier di candidatura di Casale Monferrato a Capitale Italiana della Cultura 2020.

Il premio in palio è la possibilità di rappresentare per un anno la nuova offerta culturale e turistica nazionale, realizzando i propri progetti grazie al contributo ministeriale previsto. Casale Monferrato ha messo al centro della sua candidatura numerosi progetti riguardanti eventi e attività volti a creare coesione sociale, integrazione, creatività, innovazione, sviluppo economico e benessere individuale e collettivo.

Durante l’incontro, l’Assessore Carmi ha annunciato la sottoscrizione di Casale Monferrato del Manifesto della Cultura Accessibile a Tutti. Con questa condivisione di obiettivi, la città dà un forte segnale del suo impegno a progettare eventi culturali accessibili per diversi pubblici, provvedendo a identificare e a soddisfare i bisogni espressi dai fruitori, specie laddove vi siano esigenze specifiche collegate a disabilità o difficoltà.

Il Manifesto della Cultura Accessibile a Tutti è stato elaborato dal Tavolo Cultura Accessibile, fondato dalla Consulta per le persone in difficoltà Onlus – CPD e dal Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, e di cui oggi fanno parte oltre 30 enti. Con questa nuova sottoscrizione, che segue quella già realizzata da Matera Capitale Europea della Cultura 2019, il Manifesto riceve un ulteriore riconoscimento del suo grande valore quale strumento utile per le istituzioni per realizzare eventi for all.

Una delegazione della Città è andata a Roma lunedì 5 febbraio per presentare la candidatura di Casale Monferrato, che concorre a Capitale Italiana della Cultura 2020 insieme alle città finaliste di Agrigento, Bitonto, Macerata, Merano, Nuoro, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Treviso.

Nel dossier è stato inserito anche il Manifesto della Cultura Accessibile a Tutti, un grande successo anche per noi!

Fonte: Ufficio stampa CPD