Dal 31 marzo al 26 aprile 2016 I FANTASMI DELLO SPETTRO a cura di Sara Boggio
c/o InGenio Arte Contemporanea, InGenio Bottega d’arti e antichi mestieri, Palazzo Barolo sale del Legnanino
Inaugurazione giovedì 31 marzo 2016 dalle ore 17.00 

Con performance su strada ispirata

agli Optimism Filters di Corrie Baldauf (Detroit, Usa)

Pittura murale a cura di Pietro Campagnoli,
interno cortile InGenio Arte Contemporanea

Marching duo
Emanuele Aldini (percussioni)
e Luca Zennaro (sax baritono)

L’autismo è una condizione che coinvolge, nel mondo, milioni di persone. Si manifesta in forme diverse (per questo si parla di “spettro” autistico) e porta con sé sia deficit che risorse. Ma tutto questo non si vede. Perché l’autismo non è una disabilità fisica: è l’esito di uno sviluppo neurologico atipico, che incide in vario modo su facoltà percettive, linguaggio, abilità sociali. Complice la scarsa diffusione del concetto di neurodiversità, le persone autistiche – soprattutto in età adulta – continuano a essere invisibili, come fantasmi.

La mostra, dedicata a loro, ne attesta la presenza attraverso i ritratti e le architetture “subacquee” di ANDREA CASTELLUZZO, i luoghi e i volti di LORENZO FILARDI, i garbugli di uomini e cose di ANTONINO MANCUSO, i mille piccoli oggetti di MAURO MARCHESE.
Gli artisti in mostra sono valorizzati nell’ambito di Mai Visti e Altre Storie (www.maivisti.it), progetto dedicato al patrimonio di Arte Irregolare del territorio piemontese.

A premessa del percorso espositivo una selezione di illustrazioni a cura di Circolarte sul tema dell’“invisibilità” dell’autismo, realizzate dalle classi dei corsi di Illustrazione e Animazione IED Torino (atrio Palazzo Barolo).

Dal 5 al 22 Aprile dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.30
Laboratori a cura del Dipartimento Educazione della GAM/Fondazione Torino Musei. Condotti da: La Galleria, Circoscrizione 8 e Via Deledda, Circoscrizione; dalla Cooperativa Sociale Arte Pura, Chronos/Consorzio R.I.SO. in collaborazione con i Volontari del Servizio Civile e gli studenti dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino.

La mostra fa parte dell’iniziativa Singolare e Plurale, una collaborazione fra la Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie della Città di Torino e l’Opera Barolo per la promozione di iniziative culturali e progetti di ricerca che abbiano al centro le arti intese come motore di cambiamento, crescita personale, salute pubblica e welfare sociale. A cura di Tea Taramino.

In collaborazione con: ANGSA Piemonte, sez. Torino; Cooperative Sociali Animazione Valdocco, Paradigma e Stranaidea; Laboratorio La Galleria, Circoscrizione 8; Primo Liceo Artistico; Associazione Circolarte e l’Istituto Europeo di Design di Torino; Accademia Albertina di Belle Arti di Torino; Fondazione Medicina a Misura di Donna; Associazione Volonwrite; Fondazione Fitzcarraldo. Sponsor tecnico: acrital sas

Info
InGenio bottega d’arti e antichi mestieri, Via Montebello 28/B*
Apertura dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 19.00  orario continuato
ingenio@comune.torino.it, tel. 011883157
www.comune.torino.it/pass/ingenio
InGenio Arte Contemporanea, C.so san Maurizio 14/E
Apertura su richiesta rivolgendosi in Via Montebello 28/B*
Per prenotare i laboratori scrivere a: tea.taramino@comune.torino.it

Opera Barolo, ingresso Via Corte d’Appello 20
Martedì|Mercoledì|Giovedì|Venerdì: 10.00-12.00; 15.00-17.30
Sabato: 15.00-17.30; Domenica: 15.00-18.30
www.operabarolo.it, www.palazzobarolo.it, tel. 011 26 36 111

Comunicato stampa