Un gruppo di giovani compositori crea canzoni sulla base di testi scritti nientedimeno che da persone con gravissimi disturbi mentali.


A mettere insieme la freschezza delle nuove generazioni e il genio creativo di chi è affetto da schizofrenia è Creative Madness in Song. Un progetto musicale inglese che, fuori di soliti schemi, mira a combattere la discriminazione e il pregiudizio che persistono intorno alle patologie mentali. Consapevoli dei benefici terapeutici della musica già documentati da numerosi studi scientifici. E l’idea sembra essere piaciuta. Visto che le prime creazioni canore eseguite da cantanti e pianisti in concerti e spettacoli organizzati proprio in questi giorni a Londra stanno riscuotendo un vasto consenso da parte del pubblico e della critica.

Fonte: west-info.eu

(s.f./m.p.)