Dal 30 gennaio al 18 febbraio proseguono le proposte del progetto MAI VISTI E ALTRE STORIE…, un itinerario critico tra Arte Irregolare e Arte Contemporanea, attraverso l’esposizione di opere provenienti dalle collezioni di Arte Irregolare presenti sul territorio piemontese.

La mostra
IN VIAGGIO FRA LUCI E OMBRE è il secondo appuntamento della rassegna di mostre di arte irregolare, in dialogo con l’arte contemporanea, che per tutto il 2015 verranno presentate negli spazi di InGenio Arte Contemporanea.

Si tratta di una tripla personale di Giorgio Barbero, Enrico De Paris e Lina Fiore, le cui opere – provenienti dalle collezioni degli artisti e dall’Atelier dell’ex Centro Sociale Basaglia di Collegno – offrono al visitatore l’occasione per un viaggio fra costruzioni, figure e paesaggi visionari, luoghi immaginari e soggetti chimerici, fra luci e ombre. Le stesse ombre in cui giacciono le migliaia di opere di arte irregolare presenti sul territorio piemontese.

Il progetto
L’iniziativa è parte del progetto MAI VISTI E ALTRE STORIE…, che si propone quale seria riflessione critica sull’espressività non ordinaria e sui concetti e i limiti di definizioni quali arte regolare e irregolare, inserendosi in un contesto europeo di ricerca scientifica già attivo da anni, volto al superamento di stigmatizzazioni e alla promozione dell’Arte Irregolare intesa come Arte Contemporanea tout court. È un progetto ideato da Tea Taramino (Arte Plurale, Città di Torino) e curato da Associazione Arteco e Associazione Culturale Passages.

InGenio Arte Contemporanea
è lo spazio nato da un progetto della Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie, Servizio disabili della Città di Torino: laboratorio/galleria rivolto ad attività e sperimentazioni artistiche che guardano ai linguaggi della contemporaneità per incrementare le esperienze collaborative tra artisti e personaggi del mondo dell’Arte Contemporanea e dell’Arte Irregolare.

Il progetto coinvolge come partner promotori: Soprintendenza per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico del Piemonte e Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte, Ministero dei Beni Culturali; Museo di Antropologia ed Etnografia dell’Università di Torino; Città di Torino, Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie, Servizio Disabili; ASL TO1, TO2 e TO3; MAImuseo di Cremona, Opera Barolo; Fondazione Medicina a Misura di Donna e Associazione Il Bandolo Onlus; le gallerie Opere Scelte e Rizomi Art Brut in collaborazione con i Comuni, le Circoscrizioni, le associazioni e le cooperative sociali dei territori coinvolti.

La mostra è a cura di: Tea Taramino
con la collaborazione di: Associazione Arteco, Associazione Culturale Passages, ASL TO1, ASL TO3, cooperativa sociale Il Margine, GAT/Gruppo Artistico Tecnico, Servizi Disabili della Città di Torino

apertura: 30 gennaio – 18 febbraio 2015, InGenio Arte Contemporanea, c.so San Maurizio 14/e, Torino; ingresso gratuito
inaugurazione: 30 gennaio ore 17.00
orari: martedì – sabato 9.00 – 19.00, orario continuato, rivolgendosi a InGenio Bottega d’arti e antichi mestieri, Via Montebello 28/B

ingenio@comune.torino.it – tel. 011 883157

visite guidate su prenotazione: arteplurale@gmail.com