Fino al 12 dicembre presso l’Archivio di Stato di via Piave 21 la mostra Viaggio nei luoghi dell’arte. La mostra racconterà un insolito viaggio fatto negli studi di alcuni artisti presenti sul territorio torinese, pensato per tutti coloro che abbiano voglia di conoscere questi atelier.
In mostra si potranno vedere dieci video-documentari girati in altrettanti studi difficilmente accessibili a persone con disabilità motoria; qui gli artisti (Luisa Albert, Laura Ambrosi, Maura Banfo, Silvia Beccaria, Alberto Castelli, Claudio Cravero, Matilde Domestico, Carlo Galfione, Carlo Gloria, Paolo Jins) racconteranno il luogo dove quotidianamente creano le loro opere, svelando cosa questo rappresenti e qual è il rapporto intimo che li lega alle loro creazioni e alla pratica artistica. Per rendere i filmati fruibili a tutti, questi sono stati tradotti nel linguaggio dei segni (LIS) e sottotitolati.
Il viaggio proseguirà con l’esposizione di alcune esperienze sensoriali fatte in altri sei luoghi dell’arte che, dal 10 al 14 novembre, hanno aperto le loro porte a persone con disabilità differenti. Tali workshop sono poi stati raccolti in video tradotti in LIS e sottotitolati.
Stefano Giorgi ha invitato i partecipanti a rielaborare famose opere pittoriche animandole poi con la sua camera magica. In mostra sarà possibile vedere gli acetati dipinti a tempera dai partecipanti (otto opere), utilizzati per l’animazione artistica, e il filmato con l’intero processo creativo prodotto dal gruppo.
Un altro filmato illustrerà la performance teatrale, olfattiva e degustativa, proposta da Chiara Vallini e Cuochivolanti dal titolo Gli ingredienti dell’arte in cui i partecipanti sono stati invitati a prendere parte a un suggestivo banchetto animato e gli ingredienti scelti, divenuti protagonisti di una storia, finivano per combinarsi nel piatto di ognuno ispirando storie
diverse e originali.
Le dieci stampe a secco realizzate durante il laboratorio Emozioni in rilievo di Piera Luisolo sono invece il risultato del workshop tattile condotto dall’artista nel suo studio dove i partecipanti si sono cimentati nella realizzazione di matrici che potessero esprimere le loro emozioni, sentimenti, gioie e paure attraverso l’accostamento di forme diverse. Oltre alle
stampe verranno esposte anche le matrici che potranno essere toccate e quindi fruite da persone non vedenti.
Sempre al tatto è stato dedicato il laboratorio di Danila Ghigliano Conosci e ritrai. L’artista ha invitato i partecipanti a soffermarsi sui tratti del proprio volto per poi riprodurli tridimensionalmente. Le piccole teste prodotte (venticinque) durante questo workshop potranno non solo essere ammirate in mostra, ma anche toccate per indagarne le forme e le
differenti superfici.
Le dodici tempere rappresentanti paesaggi diversi sono invece quanto realizzato durante il workshop Musica visione ipnotica, condotto da Ernesto Morales nel suo studio. Dopo un momento di meditazione attraverso l’ascolto della musica, l’artista ha invitato i partecipanti a riprodurre due paesaggi differenti: uno conosciuto e realizzato a monocromo con l’aggiunta
del bianco, l’altro immaginario e in policromia.
Un altro video racconta il laboratorio Essere paesaggio, condotto da Orietta Brombin al PAV Parco d’Arte Vivente. Attraverso la visione e la degustazione multisensoriale dei prodotti coltivati nel parco del museo, ogni partecipante è divenuto parte di quel paesaggio ed è stato invitato a trasporre graficamente la propria porzione di natura. I disegni saranno esposti in mostra e riprodotti anche in rilievo per renderli maggiormente fruibili.
Segno tangibile di questo progetto è anche la realizzazione di una mappa tattile della Sala  Ipogea che ospiterà la mostra e che resterà permanentemente in uso all’Archivio di Stato per aiutare le persone non vedenti a orientarsi nello spazio.

Per i video e le didascalie delle opere sarà utilizzato un font ad alta leggibilità e i testi saranno tradotti anche in braille.

Mostra Viaggio nei Luoghi dell’Arte

Archivio di Stato di Torino, Sezioni Riunite, Via Piave 21
Dal 3 al 12 dicembre 2014
Inaugurazione 3 dicembre ore 17 – apertura speciale fino alle ore 20.
Apertura mostra: 4-5/9-10-11-12 dicembre 2014
Orario: 10-18
Prenotazione obbligatoria per gruppi: dr-pie.valorizzazione@beniculturali.it
Ingresso gratuito

(m.p.)