Festival per un teatro condiviso da mercoledì 1 a sabato 4 ottobre 2014 c/o Officine CAOS  in piazza Montale 18 a Torino.

Il Festival “DeSiDeRa”, come dice il nome stesso, nasce con un auspicio: che un patrimonio di attività culturale, estremamente diffuso e spesso di alti contenuti artistici e sociali, trovi finalmente l’attenzione e il rilievo che merita, sia a livello locale che nazionale. Si tratta di un genere di esperienze artistiche, per comodità definite performance multidisciplinari, in cui si intrecciano due filoni principali: il teatro d’innovazione e il teatro delle diversità.

Il Festival è infatti dedicato al confronto fra due generi diversi che hanno in comune importanti aspetti della relazione fra lo spettacolo dal vivo e la società.

Per “teatro delle diversità” si intendono quelle esperienze artistiche sviluppate nei contesti di emarginazione sociale, dove i linguaggi performativi diventano eccezionali strumenti di relazione fra tutti i cittadini, superando le barriere fra persone appartenenti ad ambienti socio-culturali diversi e favorendo l’inclusione dei soggetti più deboli e la creazione di un nuovo pubblico: dagli abitanti delle comunità meno favorite alle persone interessate all’innovazione artistica, dal pubblico dei giovani alle persone disagiate. Con “teatro d’innovazione” si intende il rinnovamento delle forme espressive dello spettacolo dal vivo e la ricerca artistica, in costante ascolto della sensibilità – estetica, etica, sociale – contemporanea.

In comune c’è dunque la ricerca di nuove modalità di relazione con il pubblico, che si traducono spesso in forme di coinvolgimento attivo e inedite forme estetiche.

Il programma di “DeSiDeRa”, che si avvale dell’approfondita conoscenza di Stalker Teatro in merito a questi specifici artistici, si presenta come un momento di eccellenza, a livello locale e nazionale, sui temi dell’innovazione e della diversità. Nelle quattro giornate del festival saranno presentati i lavori, in serate multiple, di otto compagnie: quattro locali, con nuove produzioni inedite e quattro provenienti da altre regioni italiane, con spettacoli in prima regionale e vincitori di premi nazionali. Oltre a Stalker Teatro, vincitore del Premio dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro “Teatri delle Diversità” 2014, ci saranno i gruppi torinesi Grimaco Movimenti Umani, Urzene e Liberamenteunico. Dal resto d’Italia arriveranno Neon Teatro (Catania), vincitore del Premio dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro “Teatri delle Diversità” 2013, con “Il Coraggio è una cosa”, Vi-kap (Bologna) con un lavoro su sessualità e disabilità, Isole Comprese Teatro (Firenze), fondatori della prima Scuola di Teatro Sociale italiana, e Babilonia Teatri con l’acclamato “Pinocchio”, vincitore del Premio Nazionale Critici di Teatro 2013. Parallelamente al programma del festival, saranno selezionati alcuni interventi artistici attraverso un bando rivolto a operatori e servizi sociali piemontesi, che svolgono attività di laboratorio creativo con soggetti svantaggiati. Un modo per allargare ulteriormente la partecipazione del pubblico, che verrà inoltre coinvolto, al termine di ogni serata, in momenti conviviali, occasione di incontro informale fra il pubblico e gli artisti.

INFORMAZIONI E PROGRAMMA

(m.p.)