Giovedì 22 maggio a partire dalle 10 sarà possibile ammirare le opere di un’esposizione di quadri, acquerelli, quaderni e borse in scrap e con copertoni usati, lavori in gesso e in argilla creati dagli ospiti di tre delle cooperative sociali più presenti nel quartiere Barriera di Milano, a Torino: Chronos, La città del Sole e Progest.

Questa mostra rappresenta un’innovativa contaminazione di due mondi, quello dell’arte e quello delle cooperative sociali che si occupano di disabilità fisiche e psichiche, che normalmente si accostano soltanto per quanto riguarda laboratori  settimanali. Questi laboratori, durante i quali gli ospiti producono materiale molto interessante e anche di pregevole fattura, normalmente restano fini a se stessi o confluiscono in esposizioni interne alle varie cooperative. Il pensiero innovativo è quello di conclamare come arte qualcosa che lo è già e lo strumento è una mostra, allestita e organizzata con tutti i crismi  classici delle mostre di arte contemporanea, e visitata sì dagli utenti, dai familiari e dagli operatori delle coop, ma anche dagli addetti ai lavori delle gallerie d’arte e dai clienti del locale che si presta a galleria, LaBottega aperta, un altro aspetto di  contaminazione tra arte e spazi espositivi innovativi.

Tre sono i fini che si propone Welcome Coop-art:

1. dare uno scopo più concreto al lavoro che gli utenti svolgono durante i laboratori organizzati all’interno delle comunità esponendo i loro lavori agli sguardi di altre persone, esterne al loro “mondo”;

2. avvicinare gli utenti al quartiere e il quartiere agli utenti e alle comunità, realtà presenti all’interno del borgo che nei negozi di vicinato vanno ad acquistare, a bere un caffè e per le cui strade vanno a passeggio;

3. vendere attraverso donazioni quadri, libri e sedie esposti in maniera tale da poter regalare una soddisfazione concreta agli artisti.

La mostra sarà esposta dal 22 maggio al 20 giugno presso la caffetteria La Bottega aperta, in via Cervino 9/A a Torino (0110205117).

Ingresso libero.

Visualizza la locandina (PDF)

(m.p.)