Sabato 18 gennaio alle 21.00  il Teatro Le Serre di Grugliasco ospita “NO!”, una creazione di Luisella Tamietto e Michela Pozzo con 14 artisti internazionali: un progetto finanziato dal Bando regionale per la diffusione della cultura di parità e del principio di non discriminazione nel sistema educativo e nel mondo del lavoro, approvato con D.D. n. 348 del 25/06/2012.

Teatro, danza, discipline del circo sono riunite per dire “No!”  ad ogni forma di discriminazione e di disagio. La libertà viene affermata attraverso la negazione. La paura del diverso spesso diventa un automatismo che produce atteggiamenti difensivi che sfociano nella discriminazione. “Lo spettacolo che abbiamo creato – spiegano le registe Luisella Tamietto e Michela Pozzo –  mette in scena normali caratteri connotativi, primi piani di caratteristiche personali quali extracomunitario, brutto esteticamente, barbone, omosessuale, donna indifesa, disabile, svantaggiato, tutti uniti da atteggiamenti persecutori e troppo spesso violenti. Le differenze sono parte dell’essere: normali, naturali e tutte rispettabili e apprezzabili. Il nostro “NO” – proseguono Tamietto e Pozzo – è contro i luoghi comuni e gli atteggiamenti di esclusione che minano i cardini della società civile. Il nostro “NO” è  contro un nemico che si chiama da sempre indifferenza.  Il nostro “NO” è contro la discriminazione che è  un nodo sociale da sciogliere e risolvere con consapevolezza”.

Lo spettacolo è portato in scena dagli allievi del Corso di Formazione Professionale per Artista di Circo Contemporaneo provenienti da ogni parte del mondo (Argentina, Brasile, Colombia, Italia, Spagna, Svizzera). Il Corso Professionale, gestito da Forcoop Agenzia Formativa presso la Scuola di Cirko Vertigo è una fondamentale opportunità formativa per giovani aspiranti artisti, talvolta  provenienti da situazioni di disagio sociale, aiutandoli nella costruzione di un’identità professionale che li renda autonomi nello sviluppo della loro carriera futura. “Gli artisti del circo sono portatori di messaggi di cooperazione, fratellanza ed altruismo – spiega Paolo Stratta direttore di Cirko Vertigo – nel cerchio magico che lo racchiude si sviluppano relazioni umane solide e durature e il trapezista che volteggiando nell’aria compie un salto mortale non è altro che un uomo che tende le mani verso il suo compagno sicuro che questi lo afferrerà. Molte tendenze artistiche moderne si basano sul concetto di contaminazione. Volendo stabilire un parallelismo tra le parole che esprimono la discriminazione e gli elementi che compongono l’arte del circo contemporaneo, possiamo affermare che un messaggio costruito con le discipline del circo è in grado di integrare tutte le aree di discriminazione, in quanto si basa sulla fusione di elementi diversi, pur nel rispetto delle differenze e delle unicità che li caratterizzano. La tendenza al metissage e la polivalenza artistica – conclude Stratta – sono caratteristiche dell’artista di circo contemporaneo, che rappresenta a sua volta un’arte totale, aperta a ogni contaminazione”.

In scena un florilegio di discipline circensi: dalla corda verticale  ai tessuti e alle cinghie aree, dall’equilibrismo alla corda molle al filo teso, dalla giocoleria all’acrobatica a terra e alla roue Cyr. Un estratto dello spettacolo è stato presentato nel mese di ottobre a Auch (Francia) nell’ambito di CIRCA, Festival du Cirque Actuel all’interno della vetrina delle scuole professionali di circo europee “Circle”, dove ha rappresentato l’Italia.

Lo spettacolo è ad ingresso libero previa prenotazione ai numeri 011.0714488 oppure 327.7423350, fino ad esaurimento dei posti disponibili. Per il ritiro dei tagliandi la biglietteria è aperta presso il Teatro Le Serre la sera dello spettacolo a partire dalle ore 20.00.

NO!

Spettacolo realizzato nell’ambito del progetto “CIRCO: UNA PARITÀ OPPORTUNA” promosso da Associazione QANAT Arte e Spettacolo sul tema delle pari opportunità per tutti, finanziato dal Bando regionale per la diffusione della cultura di parità e del principio di non discriminazione nel sistema educativo e nel mondo del lavoro, approvato con D.D. n. 348 del 25/06/2012

Ideazione e regia Luisella Tamietto e Michela Pozzo

Maestri del circo Arian Miluka, Fatos Alla, Silvia Francioni

Make up Sara Albini

Con Davide Baldassarri, Theo Baroukh (Brasile), Nora Bouhlala Chacon (Spagna), Giulia Cammarota, Veronica Capozzoli, Andrea Cerrato, Johnny Cognetti (Svizzera),  Damian Elencwajg (Argentina),  Luis  Jonathan Hernandez Gonzalez (Colombia), Fiammetta Lari, Albert Martinez Blancafort (Spagna), Gustavo Ollitta Soler Silva (Brasile),  William Orlando Orduz Rodriguez (Colombia), Mariam Sallam.

Fotografia Maurizio Andruetto Direzione tecnica e sicurezza Amos Massingue Luci e fonica Monica Olivieri e Massimo Vesco

Lo spettacolo è proposto nell’ambito della stagione ECCENTRIKA 2013/2014 di Cirko Vertigo

Fonte: newspettacolo.com

(m.p.)