Il Festival Internazionale del Teatro di Strada di Torino propone fin dalla prima edizione la cultura del teatro di strada come elemento di valorizzazione del territorio e del cambiamento della Città. Questo modo di intendere il teatro di strada continua ad essere la carta vincente di un Festival che nella sua originalità, si muove in sintonia con le nuove prospettive e mutamenti che la trasformazione urbana e sociale propongono e realizzano. Il Festival è nato dodici anni fa mettendo a disposizione della comunità cittadina il valore aggiunto e la creatività del teatro di strada, per sottolineare con artisti ed eventi internazionali la voglia di trasformarsi di una Città che stava gettando le basi del cambiamento. Perseguendo questa filosofia, il Festival Internazionale del Teatro di Strada di Torino ha proposto la Città di Torino all’attenzione dei principali circuiti internazionali del teatro di strada, ha reso protagonisti più di 1000 artisti provenienti da tutte le strade del mondo e della vita e coinvolto  oltre  duecentomila cittadini.

Nel corso degli anni, abbiamo cercato di far arrivare il Festival e i suoi artisti in un numero sempre maggiore di piazze, corsi, vie e cortili per raggiungere tutti gli abitanti della Città; e la Città si è dimostrata sempre più attenta all’evento di strada, partecipando ai laboratori e ai singoli eventi distribuiti sul territorio. Il Festival si è adattato alle nuove tendenze e alla multiculturalità della popolazione e proprio per questo continua a stupire con la sua magia centinaia di bambini, giovani e anziani.

LA DODICESIMA EDIZIONE

Proprio in questo momento di difficoltà generale riteniamo che sia ancora più importante valorizzare e supportare il ruolo svolto dagli Artisti di Strada e portare il Teatro e i Colori dove le persone vivono, proponendo spettacoli di qualità gratuiti anche a coloro che non hanno la possibilità di recarsi a teatro. Stiamo facendo un grosso sforzo, stiamo chiedendo agli artisti collaborazione, e riusciremo a realizzare comunque un Festival all’altezza della fama e della qualità che si è guadagnato sul campo in questi anni attraverso il lavoro di artisti di fama internazionale e la presenza di un pubblico che lo segue da sempre con grande entusiasmo. Si tratta di proporre in modo ancora più consapevole la speranza, di rilanciare la voglia di stare insieme e di incontrarsi per trasformare ancora una volta le strade e le piazze della Città in un luogo di festa, di aggregazione e di scambio. Sarà molto importante dare un segnale forte per riflettere e rendersi conto che il Teatro di Strada è portatore di cultura, di impegno sociale e di amore per la vita.

 

Per la 12^ Edizione sul palco della Città saliranno artisti internazionali come Loco Brusca (argentina) e Duo Tobarich (Cile) e le nostre Primizie Artistiche a Km 0: artisti, compagnie ed enti protagonisti della scena artistica torinese tra i quali Teatro Villaggio Indipendente, Clown Dado Family, Centro Arti Mimiche & Gestuali, Mimo Nardini, Circo Puntino, Debora Pintau, Raoul Gomiero, Circolo No.à e Stazione 24. Un innovativo format di spettacolo, Di Giostra in Giostra, coinvolgerà il pubblico il 14 settembre con un tourbillon di performance di giovani artisti del circuito metropolitano attraverso la formula del Luna Park. Come ogni anno l’Area Off darà spazio a tutti gli artisti che vorranno esibirsi liberamente con spettacoli a cappello.

 

Tra gli eventi speciali ci sarà un momento dedicato ad una delle figure più influenti del teatro contemporaneo Yves Lebreton, che interverrà per presentare il suo libro “Sorgenti. Nascita del Teatro Corporeo il 16 settembre.

 

Il Festival porrà un’attenzione particolare sul mondo della disabilità, coinvolgendo tutti i suoi protagonisti in DiSabilità DiStrada. Quando il mondo della disabilità incontra le arti di strada”
il 17 settembre ore 10.30 –
Cecchi Point, via Cecchi 17.
Il Festival Internazionale del Teatro di Strada di Torino propone, fin dalla prima edizione, la cultura del teatro di strada come elemento di valorizzazione del territorio e del cambiamento della Città. Quest’anno abbiamo deciso di porre un’attenzione particolare sul mondo della disabilità, coinvolgendo tutti i suoi protagonisti e dando un meritato rilievo ad un mondo ricco di opportunità non sempre conosciute. Abbiamo organizzato una tavola rotonda dove artisti, operatori e utenti possano scambiare esperienze vissute, laboratori, relazioni e aprirsi ulteriormente a potenziali sviluppi futuri.

Intervengono:

Monica Lo Cascio – Direttore Politiche Sociali del Comune di Torino

Dario Cucco – Referente G.A.T. area disabili del Comune di Torino

Bruno Furnari – Direttore Artistico del Festival del Teatro di Strada di Torino

Renzo Lovisolo – Artista, maestro di bolle

Vito Garofalo – Attore e artista di strada

Tarek Drago – Artista di strada, clown, giocoliere

Alessio Tagliento – Autore del format di Zelig, Diversamente Comici

Giuditta Cambieri – Referente del format Zelig Diversamente Comici

Vincenzo Langella – Presidente dell’associazione Volonwrite

é stata inviata il Vicesindaco della Città di Torino Elide Ti

dalle 14.00 alle 16.00

laboratori per utenti e operatori di bolle di sapone giganti – circo – giocoleria

Durante la giornata sarà allestita la mostra fotografica di Arianna Sterpone “Le parole non sono poi così importanti”

Si ringrazia: Assessorato all’Assistenza del Comune di Torino, Motore di Ricerca, Passepartout.

 

Quest’anno il cuore del Festival sarà l’Hub Multiculturale Cecchi Point che ospiterà eventi, workshop professionali, laboratori gratuiti e il Villaggio degli Artisti. Una giornata speciale, il Cecchi Day, sarà dedicata alla promozione delle associazioni dell’Hub che apriranno le porte al pubblico proponendo attività e perfomance a tutti i presenti il 18 settembre.

 

Praticate gentilezza a casaccio e atti di bellezza privi di senso” vuol essere il leitmotiv del festival, un pensiero che ci accompagnerà in particolare il 20 settembre da Piazza Castello alla Mole Antonelliana, dove a tutti coloro che saranno col naso all’insù arriverà il saluto leggero de La Serie di Fibollacci con le bolle di sapone giganti del maestro Renzo Lovisolo, che arriveranno proprio dalla Mole Antonelliana!

La strada è cultura, il cibo è cultura, il teatro è cultura. In collaborazione con il circuito Eataly e Slow Food nasce nel 2010 Streeteataly: festa del cibo e del teatro da strada. Quest’anno il gran finale del Festival si svolgerà nel piazzale di Eataly Lingotto il 27, 28 e 29 settembre in occasione della terza edizione di Streeteataly ospitando il concorso per Compagnie Emergenti promosso già lo scorso anno da Just For Joy e Festival Mirabilia.

 

Streeteataly segnerà inoltre il passaggio di testimone dal Festival a Pot Pourri all’interno della Rete dei Festival, un circuito formato da quattro grandi realtà attive sul territorio piemonte per la promozione e valorizzazione del teatro: Festival Mirabilia, Sul Filo del Circo, Pot Pourri e Festival Internazionale del Teatro di Strada di Torino.

 

Torino si trasformerà nuovamente in un grande laboratorio creativo. Oltre a bolle di sapone, giocoleria, body acting, swinging e hula hoop, tra i Workshop di quest’anno “Quelli che aspettano Zelig Street. I linguaggi del teatro di strada a confronto con il linguaggio televisivo”: un percorso di avvicinamento al mondo della televisione realizzato con la supervisione di Giancarlo Bozzo, fondatore dello Zelig Cabaret, in cui gli artisti potranno rielaborare una loro performance con due autori dello Zelig Circus e quindi misurarsi di fronte al pubblico il 20 settembre.

 

Si moltiplicano le proposte per mamme, papà, nonni e bambini. Lo Speciale Bimbi di quest’anno replica i laboratori gratuiti e aperti al pubblico di bolle di sapone giganti che hanno visto accorrere più di trecento famiglie nella prima edizione. Accanto ad essi due nuovi appuntamenti il 19 settembre con Mini Mimi a cura del Centro Arti Mimiche & Gestuali ed il 28 e 29 settembre con il laboratorio per adulti e piccini Comiche e Coccole di Tiziana Catalano delle Sorelle Suburbe.

 

Il Festival del Teatro di Strada di Torino è ideato e organizzato da Just For Joy European Association. L’associazione è nata nel 1996 per la promozione e divulgazione dell’Arte di Strada quale strumento culturale e aggregativo del territorio. Nel corso degli anni Just For Joy ha collaborato con le principali realtà europee del settore, ha organizzato la XX European Juggling Convention ed è stata promotrice e fondatrice dell’Associazione Italiana Giocolieri e della Convention Italiana della Giocoleria. Oltre al Festival, organizza eventi e percorsi di laboratorio in collaborazione con altre associazioni, enti scolastici ed istituzioni.

 

Il programma completo del Festival è online su www.justforjoy.it

Il Festival è anche su Facebook www.facebook/FestivalTeatroDiStradaTorino

Fonte: newspettacolo.com

(r.b./m.p.)