Il fotografo Matej Pejhan ha ricostruito una serie di scene che hanno come protagonista un bambino affetto da distrofia muscolare. Un caso particolare di un genere praticato da diversi fotografi: fotografare set che sembrino scene reali.

LA FOTOGRAFIA “ILLUSIONISTICA” – Non sempre le fotografie ritraggono scene reali, eppure sembrano vere. Ci sono fotografi appassionati, anzi specializzati in questo genere: foto fatte in studio, con la giusta illuminazione e una serie di modellini dei soggetti che si vogliono ritrarre. Il trucco, se il lavoro è fatto bene, non si nota. In questo modo è possibile creare l’illusione di aver visto e fotografato praticamente qualunque cosa. In pratica è l’opposto dell’ “effetto miniatura” che si trova in tante fotocamere, e che si può ottenere anche con gli obiettivi decentrati (tipo “tilt and shift”) e la messa a fuoco selettiva.

IL SOGNO DI LUKA – Il fotografo sloveno Matej Peljhan ha usato questa sorta di “fotografia illusionistica” in un modo molto originale e interessante, e anche per fare un gesto di solidarietà: ha aiutato Luka, un bambino affetto da distrofia muscolare, che impedisce la maggior parte dei più normali movimenti e quindi le attività quotidiane che per chi sta bene sono normali, come camminare, mangiare e vestirsi. Luka riesce solo ad azionare con le dita la sua auto elettrica, con cui si muove, e a fare qualche disegno sul notebook. Parlando col bambino, ha scoperto che avrebbe avuto piacere di vedersi in fotografie che gli dessero la sensazione di potersi muovere, in particolare camminare, andare in esplorazione e… mettersi nei guai.

 

LA SERIE “IL PICCOLO PRINCIPE”- Così ha pensato di accontentarlo, non con immagini ricostruite al computer, ma appunto fotografando direttamente lui. Lo ha ripreso dall’alto: a costruire la scena, il suo mondo immaginario, sono bastati pochi oggetti, come cuscini, palline, calze, dischi, e qualche telo colorato steso sul pavimento. Così è nata la serie intitolata “il piccolo principe”, di cui riportiamo alcuni esempi in questo articolo. In ogni foto si vede Luka impegnato in diverse attività, mentre sale le scale, nuota, pattina, va in skateboard, gioca a basket.

IL POTERE DELL’IMMAGINAZIONE – Immagini toccanti, che comunicano tutta la vitalità di Luka, la sua voglia di non rassegnarsi, e anche di divertirsi. Nate dal desiderio di fare un bel gesto, ma anche dalla capacità d’immaginazione, del bambini e del fotografo insieme. Per trasformare quello che vediamo in una fotografia, la componente immaginazione è fondamentale.

di Giulio Mandara

Fonte: fotozona.it

(m.a./m.p.)