E’ in uscita, proprio in questi giorni, il nuovo album Utopia di Pierfrancesco Madeo, ragazzo con distrofia muscolare di Duchenne e socio della Sezione UILDM di Montalto Uffugo (Cosenza). L’ultimo lavoro musicale del cantautore calabrese sarà distribuito dalla casa discografica Sound On Sound,prodotto dallo stesso autore insieme a Mauro Lamanna, Marcello Centorame, GiacomoMirabelli e con la sponsorizzazione della UILDM.

«Utopia – ci spiega Pierfrancesco – rappresenta il modo con cui vedo la musica e la vita. Dalle melodie più dolci a quelle più intime e malinconiche, il nuovo album racconta le speranze, le delusioni, le paure che ci tormentano e le fantasie che ci abbagliano e ci incantano, spesso illudendoci, ma parla anche dei sogni, dell’amore, della vita e della morte, insomma di tutto ciò che riguarda l’essere e l’universo che ci avvolge nei suoi misteri».

Pierfrancesco coltiva la sua dote di cantautore sin da giovanissimo, vincendo diversi premi: comeMiglior talento a Rossano nell’estate 2003; sempre nello stesso anno, realizza il suo primo album amatoriale di cover dal titolo L’Inizio. Nel 2004, poi, arriva alle semifinali sia al Festival Mia Martinicol suo primo inedito Sento, sia al Festival di Napoli con un’altra sua canzone inedita Amica forever. Nell’agosto del 2006 partecipa a Sanremo Rock e ad una Voce per Sanremo, arrivando 3° in entrambi i concorsi. Compie il salto di qualità  con il suo primo album professionale intitolatoMagma, uscito nel maggio 2009. Inoltre, Pierfrancesco partecipa alle Selezioni finali del Festival di Sanremo Nuova generazione, a settembre dello stesso anno, è uno dei finalisti del 3° Festival della canzone italiana di New York nel gennaio 2010 [Ne avevamo già dato notizia con un articolopubblicato sul nostro sito, N.d.r.]  e chiude persino la Maratona Telethon su Rai Uno come uno degli ospiti di quell’anno. Tra i suoi più recenti e importanti successi da menzionare, vi sono la partecipazione al Hyundai Music Awards e al Festival di Sanremo edizione 2012, dove ha cantato il singolo Angeli di un sogno.

Pierfrancesco ci spiega con quale spirito ha deciso di affrontare il nuovo album Utopia e quali sono gli stili musicali presenti al suo interno. «Mi sono dedicato alla creazione del disco contro i falsi sorrisi e le pacche consolatorie sulle spalle. Ho utilizzato sfumature di sonorità diverse tra loro, a seconda della canzone e dei temi che volevo trattare. Sonorità forti come l’alternative rock e quelle più cupe e misteriose del gothic metal – illustra il giovane socio UILDM –  ma anche quelle più frizzanti e leggere come il pop metal e rock, oltre che i suoni celestiali e sognanti dell’elettronica e delle tastiere. Il disco racconta un lungo viaggio della mente e dello spirito in mondi e dimensioni che non hanno confini spazio-temporali, nella continua utopica ricerca di raggiungere, ad ogni costo, qualcuno o qualcosa che mi apra gli occhi avvolgendomi di nuova luce per capire il senso della vita più profondo, e mi faccia sperare in un nuovo orizzonte».

L’entusiasmo e la passione di Pierfrancesco per la musica sono emersi profondamente nel corso della nostra chiacchierata; ho colto subito la sua  fortissima voglia di raccontare le proprie sensazioni e sogni, le speranze e le paure che albergano nel cuore di ognuno di noi. Complimenti Francesco! Chi volesse ascoltare il nuovo album Utopia può contattare direttamente l’autore al suo indirizzo e-mail piercantautore@libero.it. (Renato La Cara)

Fonte: uildm.org

(r.b./m.p.)