InformAnziani

Sito di informazione sui Servizi e sulle prestazioni domiciliari, diurne e residenziali della Città di Torino in favore delle persone anziane

Domande frequenti

DOMANDA N. 1
Posto che come previsto all’Art 5 “Ciascun membro potrà partecipare al progetto in una sola compagine” è ’ possibile che una compagine possa presentare un progetto su più distretti?

RISPOSTA
La compagine dovrà indicare il distretto territoriale sul quale preferibilmente intende operare, è possibile indicare più preferenze ma al fine di garantire la copertura dell’intero territorio cittadino, l’Amministrazione, si riserva la facoltà di richiedere lo svolgimento delle attività anche su territori cittadini diversi da quello indicato ( ART 4 – Descrizione del progetto )


DOMANDA N. 2
Il conteggio dell’esperienza formativa degli ultimi cinque anni comprende l’anno 2013?

RISPOSTA
Ai fini dell’ammissibilità, per il conteggio dell’esperienza formativa si prenderà in considerazione quella maturata negli ultimi cinque anni a partire dal 28 marzo 2018, data di pubblicazione del bando, pertanto dovrà essere indicata l’esperienza maturata almeno a partire dal 29 marzo 2013.


DOMANDA N. 3

All’art. 9 nella tabella dei criteri di valutazione delle proposte progettuali, nella prima riga dove si fa riferimento a “esperienze pregresse…..” si intende esperienze pregresse possedute dal raggruppamento o dall’impresa sociale (art. 3.2 punto1)? Inoltre, si intende esperienze pregresse nel territorio della città di Torino o in generale anche su altri territori? Infine si intendono esperienze che non siano di assistenza domiciliare?

RISPOSTA

All’art. 9   nella prima riga della tabella s’intendono l’esperienze pregresse di assistenza domiciliare (OSS) dell’impresa sociale maturate sul territorio regionale, oltre quella richiesta per l’ammissibilità. All’art. 9 nella seconda riga della tabella   s’intendono l’esperienze pregresse dell’impresa sociale maturate in specifico sul territorio cittadino. Le esperienze valutate sono solo quelle di assistenza domiciliare.


DOMANDA N. 4

Uno dei soggetti di cui all’art. 3.2 può partecipare a più raggruppamenti?

RISPOSTA

No, come indicato nell’art 5 “ ciascun membro può partecipare al progetto in una sola compagine”


DOMANDA N. 5

All’art. 9 che cosa si intende con la dicitura  “OGNI SINGOLO COMPONENTE CONCORRERà ALL’ATTRIBUZIONE DEL PUNTEGGIO COMPLESSIVO ATTRAVERSO LA VALUTAZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE; AD OGNI COMPAGINE, INDIPENDENTEMENTE DAL NUMERO DEI COMPONENTI, POTRà ESSERE ATTRIBUITO UN PUNTEGGIO FINO AL MASSIMO PREVISTO….“?  In particolare, cosa si intende con la specificazione “indipendentemente dal numero dei componenti”?

RISPOSTA

Anche se le compagini possono essere composte da un numero diverso di componenti, il punteggio massimo previsto per ogni singolo criterio individuato, non può essere superiore a quello indicato nella colonna 2 della tabella dell’art 9, che titola “Punteggio massimo per compagine”.


DOMANDA N. 6

all’art. 9, sulla base di quanto indicato nella tabella dei punteggi, come e in quale voce/punteggio sarà valutata la presenza e l’esperienza del Patronato?

RISPOSTA

La presenza del Patronato è un requisito minimo speciale, mentre tra i criteri di valutazione non è prevista l’esperienza dello stesso, che potrà comunque essere descritta nella proposta progettuale complessiva.


DOMANDA N. 7

All’istanza devono essere allegati da ogni componente dell’ATS i 15 documenti indicati nel format dell’istanza stessa (all. da 2 a 16) o alcune dichiarazioni possano essere presentate in un unico documento per ciascun componente  (v. per es. i punti indicati come all.3, all. 4, all.5, all. 6, all.7, all. 8, all. 9, all. 13, all. 14, all. 15).

RISPOSTA

All’istanza devono essere allegati da ogni componente della compagine i 15 documenti indicati nel format dell’istanza stessa.


DOMANDA N. 8

È possibile inserire il preventivo di spesa oltre le 8 cartelle dedicate alla proposta progettuale?

RISPOSTA

Si, è possibile.


DOMANDA N. 9

L’allegato 5 e l’allegato 10 richiedono il possesso dell’esperienza, è possibile strutturare un unico allegato?

RISPOSTA

No, devono essere due documenti separati


DOMANDA N. 10

L’allegato 12 non fa riferimento ad alcuna dichiarazione, può essere unito all’allegato 13?

RISPOSTA

No, devono essere due documenti separati. Si precisa che l’allegato 12 fa riferimento alle  seguenti dichiarazioni attestanti:

  • di essere in regola con il pagamento dei contributi previdenziali e fiscali ;
  • di rispettare le disposizioni in materia di sicurezza sul lavoro di cui alla normativa vigente.

DOMANDA N.11

Vi sono   dei fac simile di modelli da allegare   all’istanza? (dall’allegato 2 all’allegato 14).

RISPOSTA

Non sono stati predisposti modelli  per le dichiarazioni di tutti i componenti rispetto a quanto indicato nell’istanza.

Ogni componente la compagine dovrà allegare le dichiarazioni richieste  dall’allegato 2 all’allegato  14


DOMANDA N.12

Una impresa sociale che è accreditata presso la città di Torino per lo svolgimento dei servizi di assistenza domiciliare e che svolge servizio per la città di Torino (punti 5) e che svolge servizio anche in altro territorio sempre della città metropolitana di Torino ottiene di fatto sia il punteggio 15  per il fatto che opera sul territorio regionale e sia il punteggio  5 punti per il fatto che opera sul territorio comunale? Oppure l’ottenimento di questo punteggio dipende dal curriculum che l’impresa può vantare  sul territorio regionale da un lato (fino ad un massimo di 15 punti) e sul territorio Torinese dall’altro( fino ad un massimo di 5 punti)?

RISPOSTA

All’art. 9  nella prima riga  della tabella  s’intendono  tutte l’esperienze pregresse  di assistenza domiciliare (OSS) dell’impresa sociale maturate sul territorio regionale, oltre  quella richiesta per l’ammissibilità, fino ad un massimo di 15 punti per compagine .  All’art. 9  nella seconda riga della tabella   s’intendono l’esperienze pregresse dell’impresa sociale maturate  in specifico sul territorio cittadino fino ad un massimo di 5 punti per compagine .Quindi l’ottenimento del punteggio dipende dagli anni di esperienza documentati dall’impresa in relazione al luogo dove è stato svolto il servizio.


DOMANDA N.13

E’ possibile, per un componente della compagine,  firmare digitalmente i documenti e trasmetterli in via pec ?

RISPOSTA

Non è possibile in quanto la documentazione, da inviare in busta chiusa, deve comprendere i documenti di tutta la compagine e quindi non può esserci una modalità differente d’invio per un solo partner.


DOMANDA N. 14

le risorse economiche previste per ogni distretto per lo svolgimento delle attività (art. 7 del bando) sono comprensive degli incentivi alla regolarizzazione del rapporto di lavoro descritti al paragrafo 6 del Bando Attuativo della Regione Piemonte? Essi sono così descritti al paragrafo citato:

“1.incentivo a fronte di regolare attivazione da parte della famiglia del contratto di assunzione dell’assistente familiare, comprensivo degli adempimenti complementari: l’incentivo è pari a € 70,00; 

  1. incentivo, per un massimo di 6 cedolini dalla data dell’assunzione, a fronte di regolare elaborazione alla famiglia dei singoli cedolini dell’assistente familiare: l’incentivo è pari a € 14,00 per ogni cedolino; 
  2. incentivo, per un periodo massimo di 6 mesi solari dalla data dell’assunzione, a fronte del regolare versamento dei contributi previdenziali dell’assistente familiare da parte della famiglia: l’incentivo è pari a € 150,00 mensili per un’assunzione fino a 20 ore settimanali e a € 300,00 mensili per un’assunzione oltre le 20 ore settimanali. L’incentivo viene riconosciuto a fronte di un periodo lavorativo superiore a 15 giorni nel mese solare di riferimento. Nel caso di assunzione nella seconda quindicina del mese i 6 mesi solari decorrono dal mese successivo.”  

RISPOSTA

Si, le risorse economiche previste per ogni distretto comprendono anche gli incentivi descritti al paragrafo 6 del Bando Attuativo della Regione Piemonte ai punti 1.- 2. – 3.


DOMANDA N.15

 Un’associazione di volontariato non iscritta a CCIAA può iscriversi all’anagrafe regionale degli operatori come richiesto all’art.5 punto tre dell’avviso di gara?

RISPOSTA

Un’associazione di volontariato può iscriversi all’anagrafe regionale degli operatori, come richiesto all’art.5 punto tre dell’avviso di gara, in quanto non è obbligatorio per la stessa  l’iscrizione  al CCIAA.


DOMANDA  N.16

Il finanziamento di € 100.000 per ogni distretto è comprensivo della parte di cofinanziamento e quindi all’interno del preventivo di spesa bisogna considerare 90.000 € di finanziamento e 10.000 € di cofinanziamento oppure si deve considerare un totale di € 110.000 di cui € 100.000 di finanziamento e 10.000 € di cofinanziamento?

RISPOSTA

Il finanziamento  per ogni distretto è di € 100.000 a cui si deve aggiungere la parte di co-finanziamento, che dovrà essere almeno pari all’1% del totale finanziato.

  • Aggiornato il 19 aprile 2018