InformAnziani

Sito di informazione sui Servizi e sulle prestazioni domiciliari, diurne e residenziali della Città di Torino in favore delle persone anziane

Uno sportello per aiutare gli anziani ad assumere meno farmaci

Il test partirà a settembre a Torre Pellice, cinquemila gli over 65 coinvolti: diminuire i medicinali per evitare gli effetti collaterali.

Il diabete, la pressione alta, problemi cardiologici. Può aggiungersi l’artrosi, il mal di schiena. Il numero dei farmaci da prendere ogni giorno cresce. Quanti anziani assumono dieci pillole al giorno? Fra gli over 65 le percentuali sono alte. Ma con il numero delle pastiglie aumentano anche gli effetti collaterali che spesso creano disagi in alcuni casi più fastidiosi del male che dovrebbero curare. Così, in autunno, all’interno del polo sanitario di Torre Pellice, apre uno sportello di “de-prescrizione” gestito dai medici di famiglia ma integrato con tutti gli altri servizi, un luogo di cura dove i medici e i pazienti provano a dialogare e a capire se qualche pastiglia può essere eliminata. E’ il primo progetto con questa finalità in Piemonte, di sicuro uno dei primi in Italia. Una proposta innovativa destinata ad essere imitata visto che la “de-prescrizione e riconciliazione terapeutica” (in sigla Dert) rappresenta un nodo della sanità del futuro e porta con sè anche benefici effetti economici sulla spesa farmaceutica. Per ora una sperimentazione che nasce nell’Asl To3 (da Rivoli ai territori valdesi) che coinvolge gli over 65, un campione di 5mila persone in quell’area.

Leggi tutto su torino.repubblica.it

  • Aggiornato il 8 agosto 2018