InformAnziani

Sito di informazione sui Servizi e sulle prestazioni domiciliari, diurne e residenziali della Città di Torino in favore delle persone anziane

Nel Vercellese nascono gli sportelli per anziani “fragili”

Un aiuto concreto dall’Asl per orientarsi tra burocrazia e problemi sociali e sanitari.

Prendere per mano il paziente «fragile», cioè una persona di età avanzata, spesso non autosufficiente e con uno stato di salute instabile, e accompagnarlo nell’intricato mondo della burocrazia, ascoltare i suoi bisogni, fornirgli informazioni e verificare la sua presa in carico. Ecco lo scopo principale dello Sportello Unico Socio Sanitario (Suss), un progetto formalizzato l’altro giorno tra il direttore generale dell’Asl Chiara Serpieri, il direttore amministrativo Adriano Picco e diversi rappresentanti di enti del Vercellese.

Il nuovo strumento messo in campo dall’Azienda sanitaria si sviluppa attraverso una rete di 11 «Suss» sparsi sul territorio, di cui 9 nei locali dell’Asl. Gli sportelli, a partire dal 3 ottobre, svolgeranno attività di accoglienza, ascolto, orientamento e prima consulenza sui servizi socio assistenziali e socio sanitari; sia per il paziente fragile, che spesso si trova da solo e non sa come gestire gli aspetti burocratici-amministrativi di una determinato problema, sia i familiari o gli assistenti che si prendono cura dell’anziano.

Leggi tutto su www.lastampa.it

 

  • Aggiornato il 19 settembre 2016