Città di Torino

Musei Scuola

Home > Proposte dai Musei > Musei di Torino e Provincia > Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci onlus

Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci onlus

logo-23

via Vanchiglia 3
10124   Torino 
tel. 011 8395402    fax  011 8395403
e-mail: segreteria@gramscitorino.it
sito web: www.gramscitorino.it
 

La Fondazione nasce nel 1974 e fin da subito diventa un punto di riferimento importante per la produzione di cultura nella città di Torino. Sviluppa la sua mission statutaria, ponendosi come punto di incontro e mediazione fra le varie culture di sinistra e come osservatorio privilegiato dello sviluppo socioeconomico della città. Negli ultimi anni si è andata via via specializzando in storia del movimento operaio, associando però questa vocazione (implicita già nel nome che porta) con una sempre crescente attenzione ai temi critici della società contemporanea (lavoro, giovani, flessibilità) e alle nuove tendenze di politica culturale per lo sviluppo locale.

c-56

L’attività della Fondazione si concentra su tre fronti: la diffusione di cultura (attraverso seminari, convegni, ricerche, corsi per le scuole, ecc) la Biblioteca e l’Archivio.

im-61

La Biblioteca mette a disposizione degli studiosi oltre a tutte le opere di Antonio Gramsci circa 5000 titoli sul medesimo (fra volumi e saggi pubblicati su riviste); documentazione relativa all'organizzazione del lavoro, la storia, l'economia e la società di Torino e del Piemonte, la storia del movimento operaio e sindacale e dei partiti politici, con particolare riguardo al Partito comunista italiano, l'antifascismo, la Resistenza, la deportazione politica e razziale nei campi di concentramento nazisti, la questione femminile, la storia dell'impresa e del lavoro. Il patrimonio documentario conta oggi circa 60.000 volumi, oltre 6.000 opuscoli, 3.000 testate di periodici italiani e stranieri di cui 112 in corso; oltre 200 testate di giornali di fabbrica e locali di Torino e provincia; la raccolta completa dell'Edizione piemontese de l'Unità dal 1945 al 1957.

L’Archivio conserva oltre 200 fondi riconducibili a quattro aree tematiche: area sindacale (comprende gli archivi della Cgil Piemonte, della Camera del lavoro di Torino, dei sindacati di categoria, di alcune strutture e di singoli funzionari);  area politica, che comprende in modo predominante gli archivi del Pci (regionale del Piemonte, Federazione di Torino, Federazione giovanile di Torino, zone e sezioni, singoli dirigenti e funzionari); area cooperativa e mutualistica (Alleanza cooperativa torinese e due archivi di società di mutuo soccorso);  area associazionistica (comprende gli archivi dell’Unione donne italiane provinciale di Torino e del Coordinamento genitori per l’iniziativa democratica e antifascista nella scuola). Un discorso a sé richiedono gli archivi personali si tratta di oltre 100 fondi intestati a singole persone che nel loro complesso ricoprono tutto il ventesimo secolo. L’archivio conserva anche il fondo della Indesit S.p.A. un’impresa che produceva elettrodomestici nell’interland torinese. Sono presenti anche 30.000 fototipi, 4000 manifesti, una nastroteca e materiali audiovisivi su differenti supporti.

 

Cerca nel sito

Ricerche avanzate