Città di Torino

Musei Scuola

Home > Proposte dai Musei > Musei di Torino e Provincia > Archivio di Stato di Torino

Archivio di Stato di Torino

 

Piazza Castello 209
10124 Torino
tel. 011 540382-5624431 -  fax 011 546176
e-mail: as-to@beniculturali.it;
sito web: www.archiviodistatotorino.it

s-29

Le origini dell'Archivio di Stato di Torino affondano le loro radici all'età medievale, al “tesoro di carte” dei conti, poi duchi, di Savoia, risalente almeno al XII secolo. Nel medioevo i documenti costituenti l'archivio dinastico dei Savoia (o archivio dei titoli) e quelli dell'Archivio contabile dello Stato sabaudo, prodotti dalla Camera dei Conti, erano conservati a Chambéry.

Nel 1564 il Duca Emanuele Filiberto, ritornato in possesso del Ducato dopo la pace di Cateau-Cambrésis del 1559, fece trasportare l'Archivio dei titoli e quello camerale relativo al Piemonte nella nuova capitale, Torino.

laboratorio di restauro

Tra il 1731 e il 1733 Filippo Juvarra fu incaricato di progettare la costruzione di un palazzo destinato ad ospitare, per ragioni amministrative e non culturali, l'archivio dinastico dei Savoia e i documenti prodotti dai principali ministeri (o “segreterie”) dello Stato, divenuto nel frattempo Regno di Sardegna: nasceva l'Archivio di Corte, ancora oggi sede dell'Istituto.

Dopo la fine del Regno di Sardegna, cessata la funzione amministrativa delle carte conservate ed accresciutasi proporzionalmente la loro importanza culturale, l'Archivio di Stato si arricchì di una seconda sede: nel 1925, i documenti dei ministeri sabaudi non conservati all'Archivio di Corte vennero radunati nella sede dell'antico Ospedale San Luigi di Torino, costituendo le Sezioni Riunite.

ii

L'Archivio di Stato di Torino svolge oggi il compito istituzionale di conservare, fare conoscere e rendere fruibile al pubblico il suo ricchissimo patrimonio.
Proprio nell'ottica della valorizzazione e fruizione del patrimonio, a partire degli anni '80 la Sezione Didattica dell'Archivio di Stato, composta dal Direttore e da un funzionario dell'Istituto affiancati da insegnanti volontari, si sforza di fare conoscere alle scuole torinesi di ogni ordine e grado la ricchezza del patrimonio archivistico conservato, attraverso visite guidate alle due sedi, percorsi didattici basati su documentazione dell'Istituto ed iniziative diverse che cercano di coinvolgere allievi delle scuole e insegnanti.

s-30

 Approfondimento:
Intervista al dott. Edoardo Garis
 Guarda il video

Attività educative 

Cerca nel sito

Ricerche avanzate