Accordo territoriale

Depositato presso il Comune di Torino in data 24 gennaio 2008 in attuazione della legge 9 dicembre 1998 n. 431 del decreto Ninistro dei Lavori Pubblici 5 marzo 1999 e decreto Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti 30 dicembre 2002

E’ stato rinnovato l’Accordo territoriale, promosso dalla Città di Torino, tra le associazioni che rappresentano gli interessi di proprietari immobiliari e inquilini che regola il mercato delle locazioni, in applicazione della legge 431 del 1998; il nuovo testo definisce forme e durate contrattuali, valori minimi e massimi dei canoni delle locazioni. Inoltre stabilisce una suddivisione del territorio in aree omogenee per qualità immobiliare, individuando sottozone di più ridotta ampiezza in presenza di edifici di pregio o in condizioni di particolare degrado.

L’accordo è stato firmato da Confedilizia-Ape, Uppi, UnionCasa, ConfAppi, Asppi, Appc, Anpe (Federproprietà) per i proprietari e Sunia, Sicet, Uniat, Aniat-Conia per gli inquilini, con l’intervento della Fondazione Piergiorgio Falciola e dell’Ente regionale per il diritto allo studio universitario.

Allegato 5 decreto 30 dicembre 2002 (25 KB)
del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 59 dell'11 aprile 2003

Torna su

Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre, 2013

Stampa questa pagina

Condividi

Torna indietro