InformaLavoro

Città di Torino >
InformaLavoro > Normativa mercato del lavoro > Esonero contributivo per le nuove assunzioni con contratto a tempo indeterminato

Esonero contributivo per le nuove assunzioni con contratto a tempo indeterminato

27 Marzo, 2015 - ultimo aggiornamento: 13 Ottobre, 2015

Stampa

Esonero contributivo per le nuove assunzioni con contratto a tempo indeterminato

Con la Legge di Stabilità 2015 è stato riconosciuto un esonero contributivo a favore dei datori di lavoro privati, al fine di promuovere forme di occupazione stabile.

Questi sono i punti principali della norma:
1 L’esonero è applicabile esclusivamente ai datori di lavoro privati;

2 riguarda le nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato decorrenti dal 1° gennaio al 31 dicembre 2015;

3 l’esonero spetta anche ai datori di lavoro agricoli, con esclusione dei lavoratori che nell’anno 2014 siano risultati occupati a tempo indeterminato e relativamente ai lavoratori occupati a tempo determinato che risultino iscritti negli elenchi   nominativi per un numero di giornate di lavoro non inferiore a 250 con riferimento all’anno solare 2014. L’incentivo è riconosciuto dall’Inps in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande e, nel caso di insufficienza delle risorse, valutata anche   su base pluriennale con riferimento alla durata dell’incentivo, l’Istituto previdenziale non prende in considerazione ulteriori domande, fornendo immediata comunicazione anche attraverso il proprio sito internet.

4 sono esclusi i contratti di apprendistato ed i contratti di lavoro domestico;

5 l’esonero riguarda un periodo massimo di 36 mesi e un importo massimo pari a 8.060 euro su base annua;

6 l’esonero non riguarda i premi e contributi dovuti all’Inail;

7 l’esonero non spetta ai lavoratori che nei 6 mesi precedenti siano risultati occupati a tempo indeterminato presso qualsiasi datore di lavoro;

8 l’esonero non spetta ai lavoratori per i quali il beneficio sia già stato usufruito in relazione ad una precedente assunzione a tempo indeterminato;

9 l’esonero non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente;

10 l’esonero non spetta nel caso in cui il datore di lavoro intenda assumere a tempo indeterminato un lavoratore che abbia avuto con l’azienda un precedente rapporto di lavoro a tempo indeterminato nei 3 mesi prima dell’entrata in vigore della legge di Stabilità (si conteggiano anche le società controllate o collegate).

La legge stabilisce inoltre che dal 1° gennaio 2015 vengono soppressi i benefici per le assunzioni effettuati per la Legge 407/90.

Con la circolare n. 17 del 2015, l’INPS ha fornito le indicazioni per la corretta gestione degli adempimenti relativi all’esonero contributivo e con messaggio n.1144 del 13 febbraio 2015, ha fornito, ai datori di lavoro, le istruzioni tecniche per la fruizione di tale esonero.

Di seguito una tabella riepilogativa con le informazioni necessarie per usufruire dell’esonero in caso di assunzione di lavoratori a tempo indeterminato effettuate dal 1 gennaio al 31 dicembre 2015.

Riferimenti normativi:
Legge di Stabilità 190/2014
Circolare n. 17 INPS del 29.1.2015
Messaggio n. 1144 del 13.2.2015
Fonti:
www.dottrinalavoro.it ,www.provincia.torino.gov.it

Torna indietro

Torna su