InformaLavoro

Città di Torino >
InformaLavoro > Come cercare lavoro > Curriculum vitae europeo

Curriculum vitae europeo

26 Gennaio, 2005 - ultimo aggiornamento: 9 Novembre, 2011

Stampa

Come redigere un curriculum? Quale modello utilizzare? Quali voci prevedere e dove collocarle? Sono questi alcuni degli interrogativi che spesso si pongono coloro che devono presentare una domanda di lavoro allegando la propria "presentazione": il curriculum vitae. Dubbi non di poco conto se si pensa che questo spesso costituisce il biglietto da visita di se stessi, il "documento" in base al quale si potrà accedere o meno alle successive fasi delle selezioni (colloqui, test, ecc.). 

Al fine di aiutare i cittadini a comunicare le proprie qualifiche e competenze in modo efficiente e trasparente, la Commissione Europea ha recentemente approvato un modello europeo di curriculum vitae, uguale per tutti i paesi dell'Unione Europea.

Il modello, che ha anche l'obiettivo di facilitare la mobilità dei lavoratori in Europa attraverso l'introduzione di uno schema comune di presentazione delle competenze individuali, quasi certamente diventerà un punto riferimento per tutti gli aspiranti lavoratori: la Commissione Europea, infatti, ne raccomanda agli Stati membri dell'Unione la promozione e la diffusione in modo da renderlo ampiamente conosciuto e disponibile ai cittadini. Il modello può essere utilizzato, su base volontaria, per fornire in dettaglio le proprie qualifiche e competenze ai datori di lavoro e agli istituti di istruzione e formazione del relativo paese di residenza oppure all'estero.

E' stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale delle Comunità europee
Serie L n. 79 lo scorso 22 marzo

E' disponibile in tutte le lingue ed è scaricabile da internet al seguente indirizzo http://europass.cedefop.eu.int/europass/home/
vernav/Europasss+Documents/Europass+CV/navigate.action
(sito del CEDEFOP Centro Europeo per lo Sviluppo della Formazione Professionale).

E' organizzato in caselle in cui inserire: informazioni su dati personali, competenze linguistiche, esperienza di lavoro e risultati educativi e formativi; altre competenze dell'interessato, con particolare attenzione per le capacità tecniche, organizzative, artistiche e relazionali; ulteriori informazioni che potrebbero essere aggiunte al CV sotto forma di uno o più allegati, nonché istruzioni su come procedere nel modo più semplice e chiaro.

è un modello che può costituire una buona base da cui partire, perché non utilizzarlo?

Per saperne di più: http://europass.cedefop.eu.int/

Torna indietro

Torna su