vai ai contenuti
vai al menu

home > servizi > centri di cultura > gioco > progetti e collaborazioni > Mu.Fant

Mu.Fant

Da domenica 6 marzo fino al 5 giugno 2016
presso la sede del Mu.Fant
Le Città che ci aspettano. Vivere urbano fra realtà e fantascienza
mostra sulle città del futuro vedi l'articolo su TorinoClick

 

A partire dall’anno 2009, nel contesto della consolidata collaborazione con ITER, ed in particolare con il Centro per la Cultura Ludica Walter Ferrarotti, è stata affidata all’associazione Immagina un’area con l’obiettivo di realizzarvi il Mu.Fant, un centro culturale-espositivo dedicato alla Fantascienza ed al Fantastico, indirizzato alla cittadinanza ed in particolare ad un target costituito da pre-adolescenti e adolescenti del territorio.
Da giugno 2015 il Mu.Fant ha una nuova sede che raccoglie, in oltre 1000 mq. di esposizione, i tanti volti del Fantastico - dal Gotico alla Fantascienza, dall’Horror al Fantasy, permettendo al visitatore un viaggio nella storia e nelle tante metamorfosi di un genere in continua trasformazione.
Il Mu.Fant propone attività con una metodologia interattiva, creativa e partecipativa, elementi, questi, che lo connotano soprattutto come spazio culturale/laboratorio permanente. È un luogo aperto all’incontro e allo scambio, in costante trasformazione, le proposte tematiche sviluppano i differenti ambiti correlati al fantastico ed alla fantascienza (il gioco, la letteratura, il cinema, il fumetto, il modellismo e il collezionismo, la televisione e l’illustrazione).

Gli obiettivi generali e prioritari del Mu.Fant

  • realizzare eventi culturali e di intrattenimento, rivolti prioritariamente al tempo libero;
  • indirizzare la propria azione soprattutto verso i preadolescenti;
  • realizzare eventi di portata nazionale indirizzati alla cittadinanza e ad un pubblico il più possibile vasto;
  • svolgere attività di ricerca sulle tematiche del fantasy e della fantascienza, presentarne i risultati mostrandone la più ampia portata culturale: la fantascienza intesa come rappresentazione di mondi possibili, di soggettività “altre” (il mostro, l’alieno, il cyborg), di società utopiche/distopiche, di rapporti fra scienza e letteratura; il fantastico come generale metafora della realtà del mondo psichico;
  • presentare la fantascienza come forma espressiva “popolare” caratteristica del nostro secolo e di quello scorso e che, come tale, costituisce un contenitore privilegiato di mezzi espressivi, tradizionali e non, individuali e di massa: la letteratura, il gioco (modellismo, collezionismo, videogiochi, giochi da tavola, giochi di ruolo, etc.), il cinema, la televisione, il fumetto, l’illustrazione e le numerose rappresentazioni virtuali.

 

Info

Mu.Fant
via Reiss Romoli 49 bis (ingresso dal piazzale interno)
10148 Torino
pagina Facebook
sito


crediti


torna su