vai ai contenuti
vai al menu

home > servizi > centri di cultura > gioco > il gioco in mostra > la bustina dello zucchero

La bustina dello zucchero

La mostra presenta un esempio di collezionismo in chiave ludica. La bustina di zucchero, oggetto di consumo relativamente recente, rappresenta una forma di collezionismo povero, poiché di facile reperibilità a costi bassissimi. Interessante per i collezionisti, sempre più numerosi ed attivi in Italia e in Europa, grazie all’enorme varietà di immagini raffigurate, di produzione a livello mondiale, di tematiche rappresentate che si prestano ai più svariati criteri di classificazione. Considerato uno degli ultimi esempi di collezionismo puro poiché non risente di mire speculative, vive di scambi tra collezionisti che non fanno uso di denaro. La mostra evidenzia inoltre il valore culturale strettamente connesso ad ogni forma di collezionismo, poiché la collezione fornisce divertimento e svago ma consente di accedere ad un grande patrimonio di conoscenza che passa attraverso gli oggetti.

La mostra sviluppa i seguenti temi:

  • l’itinerario storico-culturale che, a partire dall’antichità, percorre il lungo viaggio del sapore dolce: dall’antica Roma agli Arabi, da Cristoforo Colombo a Napoleone.
  • Le trasformazioni: le diverse fasi di lavorazione della canna e della barbabietola, i cristalli di zucchero, la produzione contemporanea, le confezioni (zollette incartate e bustine, oggetto di attenzione da parte dei collezionisti).
  • Le collezioni: una carrellata di collezioni di bustine e zollette classificate con svariati criteri.
  • Le curiosità: una raccolta di giochi, filastrocche, fiabe, proverbi, modi di dire, primati, attinenze e assonanze con il mondo dell’arte, della musica, dello spettacolo, dello sport.

NOTE TECNICHE

La mostra, accompagnata da due fascicoli illustrativi, comprende:

  • 3 pannelli illustrativi cm 70x100 che presentano l’itinerario storico-culturale
  • oggetti, fotografie e riproduzioni che presentano le trasformazioni
  • 15 raccoglitori ad anelli contenenti buste di plastica trasparente formato A4 piene di bustine di zucchero suddivise secondo diversi criteri ben evidenziati
  • 6 quadri cm 70x100 contenenti bustine a tema (paesaggi, il Natale, velieri, illustrazione varia...)
  • 6 cassettine contenenti collezioni di zollette incartate
  • 2 scatoloni contenenti le curiosità e i giochi

L'allestimento della mostra richiede la disponibilità di almeno 10 griglie o sostegni simili.

ALTRE INDICAZIONI
Servizi che sono offerti nel costo della mostra:

  • seminario di formazione per educatori ed insegnanti circa i contenuti pedagogici della mostra e la metodologia di svolgimento delle attività didattiche;
  • materiali utili per realizzare attività di ricerca e sperimentazione attraverso documentazione, materiale bibliografico e schede didattiche

La mostra è disponibile per
cooperative, associazioni, enti pubblici e privati, ludoteche e punti gioco, biblioteche, servizi che operano sul territorio e che si occupano di tematiche educative, scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e di secondo grado.

COSTI A CARICO DELL’ENTE RICHIEDENTE

  • Noleggio come da delibera costi Comune di Torino anno in corso (indicativamente € 550 - 650)
  • assicurazione mostra stipulata dal richiedente
  • trasporto della mostra (andata-ritorno)
  • presenza di personale per l’allestimento o formazione di animatori in loco.

Per altre informazioni su contenuti pedagogici, note tecniche, modalità di prestito e costi
Centri di Cultura per il Gioco
tel. 01101139400

centrigioco@comune.torino.it


crediti


torna su