vai ai contenuti
vai al menu

home > servizi > centri di cultura > arte e creatività > progetti e collaborazioni > crescere con i libri

Premio nazionale Nati per Leggere
Sezione Crescere con i libri

Ottava edizione - maggio 2017
Crescere con i libri, sezione del Premio Nazionale Nati per Leggere, è una delle numerose iniziative di promozione del libro e della lettura ideate e sostenute da ITER e dalle Biblioteche Civiche Torinesi in collaborazione con la Divisione Servizi Educativi e il Salone Internazionale del Libro. Ogni anno i bambini, affiancati da una giuria di esperti, scelgono fra i libri loro dedicati quello che meglio ha affrontato un tema legato a particolari sollecitazioni culturali, pedagogiche ed etiche e che sia riuscito a coniugare la bellezza delle illustrazioni e la semplicità del messaggio.
Partecipano all’edizione 2017:
Torino, Roma, Iglesias-Carbonia, Monza, Napoli, Genova.

Il tema scelto quest'anno è:
Viaggiare nella realtà e nella fantasia. Il tema del viaggio nei libri per bambini

Il bando per i partecipanti di quest'anno
L'allegato relativo alla sezione Crescere con i libri
I libri premiati NPL 2017

Cerimonia ufficiale della premiazione in occasione del XXX Salone Internazionale del Libro di Torino
lunedì 22 maggio 2017 alle ore 16.30

I libri finalisti di questa edizione 2017
sezione Crescere con i libri

  • Il viaggio di Pippo
    Testo e illustrazioni di Satoe Tone
    Kite Edizioni, 2015
    Questo albo di grande formato racconta la storia di Pippo, una piccola ranocchia che si addormenta con la sensazione di aver perso qualcosa. Mentre sta contando le pecore, comincia a far conversazione con una di esse, lamentandosi di non riuscire più a sognare. La pecora le propone allora di attraversare i sogni con la speranza che questa esperienza possa aiutarla. Alla fine del suo viaggio Pippo scoprirà di avere già quello che stava cercando.


  • Un piccolo passo
    Testo e illustrazioni di Simon James
    Zoolibri, 2015 nuova edizione
    A volte, quando si è piccini, è difficile tenere il passo coi grandi, specialmente quando ci si perde e si sentono le gambe tutte tremolanti! Questa è la storia di un piccolo anatroccolo che scopre che si può passare sotto gli alberi più alti e i campi più ampi, basta solo fare un piccolo passo dopo l’altro.


  • Cappuccetto e il viaggio in autobus
    Testo e illustrazioni di Marianne Dubuc
    La Margherita, 2015
    Oggi Clara prende l’autobus. Il viaggio fino alla sua destinazione si rivelerà molto divertente! E, all’arrivo: “Nonna! Nonna! Eccomi! Ho tantissime cose da raccontarti!


  • Un posto silenzioso
    Testo di Luigi Ballerini, illustrazioni di Simona Mulazzani
    Edizioni Lapis, 2016
    Tu ce l’hai un posto silenzioso? Tutti possono trovarne uno, chiudi gli occhi e immagina…
    In un dialogo ricco di suggestioni visive e sonore, il Silenzio incoraggia un bambino a immaginare uno spazio lontano dal caos. Quello sarà il suo posto silenzioso. Lì il bambino potrà incontrare quelle parole speciali che ronzano nell’aria senza fare rumore: i pensieri e le emozioni più profonde.

  • Piccola Orsa
    Testo e illustrazioni di Jo Weaver
    Orecchio acerbo, 2016
    Non ha nome la piccola orsa, e nemmeno la sua mamma. Ci sono solo una grande orsa e la sua piccola che si muovono in perfetta armonia col mutevole scenario della natura. Alta e imponente l’una, gli occhi ancora assonnati l’altra. Incerti e malfermi i passi della piccola, sicura la direzione. A indicarla – per boschi a cogliere bacche, per prati a cercare radici – c’è mamma orsa. Ed è sempre lei, quando la primavera cede il passo all’estate, a guidarla sul fiume, per insegnarle a nuotare e ad acchiappare i pesci. E al migrare degli uccelli, in autunno, grandi scorpacciate di mele e di pere per prepararsi al letargo. Bisogna però trovare un riparo prima che la neve dell’inverno copra ogni cosa. Poi, nel tepore della tana, l’una tra le braccia dell’altra in attesa di una nuova primavera.


  • Io vado! (libro vincitore)
    Testo e illustrazioni di Matthieu Maudet
    Babalibri, 2015
    Per uccellino è arrivato il momento di lasciare il nido. In famiglia tutti hanno qualche cosa per lui, tutti lo incoraggiano e lo accompagnano con piccoli gesti affettuosi: “Mettiti il maglione che potrebbe fare freddo”, “Eccoti dei biscotti se ti viene fame”, “Portati la torcia se per caso torni tardi”. C'è posto anche per un ombrellino, un libro e una radio. E così, ben equipaggiato, uccellino si avvia tutto solo all’avventura. Ma dov’è diretto? Una storia lieve con un finale a sorpresa per accompagnare le prime esperienze di autonomia dei piccoli.


  • L'isola del nonno
    Testo e illustrazioni di Benji Davies
    EDT - Giralangolo, 2016
    Con grande sensibilità l’autore affronta un tema delicato: la morte del nonno. Utilizza un punto di vista curioso e magico: nonno e nipotino abitano in due case vicine, separate da un giardino. Un giorno il bimbo va a trovare il nonno e questi gli mostra in soffitta una porta misteriosa. Varcandola i due si ritrovano su una nave che li conduce in un’isola tropicale bellissima. Insieme si divertono e scoprono mille angoli meravigliosi, tanto che il nonno decide di fermarsi mentre il nipotino rientra, portando tra le onde la nave con cui sono arrivati.


  • C'è una torta che ti aspetta!
    Testo e illustrazioni di Philip Waechter
    Babalibri, 2016
    Maialino non vede il suo amico da molto tempo e decide di inviargli un messaggio in una bottiglia. Un lungo viaggio fino all’altra sponda del mare ed ecco che l’invito arriva a destinazione. “Torni a trovarmi? Ci sarà la torta di mirtilli.” Il viaggio per ricongiungere i due amici inizia così e il loro tanto sospirato incontro prende forma passaggio dopo passaggio in un crescendo di emozioni. Un affettuoso inno all’amicizia, al senso del viaggio, all’inesauribile magia del ritrovarsi.

  • Il viaggio
    Testo e illustrazioni di Francesca Sanna
    Emme Edizioni, 2016
    Con grande sensibilità l’autrice racconta le vicende di una famiglia costretta ad abbandonare tutto quello che possiede, compresa la propria casa, per scappare dagli orrori della guerra. Nel suo libro d'esordio, Francesca Sanna esplora con delicatezza e intensità la forza dell'animo umano di fronte alle avversità, ed esalta il potere della speranza.


  • Come? Cosa?
    Testo e illustazioni di Fabian Negrin
    Orecchio acerbo, 2016
    Sul molo di un porto una donna grida al marito già in barca: “Ehi, cosa vuoi mangiare stasera?” Prendendo il largo il pescatore risponde: “Purè di patate!” Ma il vento distorce le parole e così la moglie capisce una cosa un po’ diversa. La donna chiede al figlio di andare a prendere quello che crede suo marito voglia mangiare ma, col vento che monta, il bambino capirà un’altra cosa ancora. In un crescendo di fraintendimenti linguistici e di brezza marina, che diventa tormenta e poi uragano e poi qualcos’altro, la storia porterà il bambino in giro per il mondo mano nella mano con diversi personaggi che, credendo di aiutarlo, in realtà non capiranno niente di quello che lui va cercando. Un po’ come ogni volta che un adulto ha a che fare con un bambino, non resta all’infanzia che affidarsi al caso per risolvere le cose, e anche qui, forse, tutto finirà bene. Bene? Come? Cosa?

Copertine Libri


crediti


torna su