vai ai contenuti
vai al menu

home > servizi > centri di cultura > arte e creatività > centro remida

Remida Centro di Riuso Creativo

guarda il video dell'inaugurazione

Remida, il primo Centro di riuso creativo di Torino, è stato inaugurato nel maggio 2001. Il Progetto si è sviluppato dal Protocollo d'Intesa Identità in dialogo tra le Città di Torino e Reggio Emilia per favorire la collaborazione in campo educativo e per lo sviluppo di una cultura per l'infanzia.
Nato dalla collaborazione tra il Centro di Cultura per l’Arte e la Creatività e il Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli, Museo d’arte contemporanea, il Centro è stato inaugurato da Michelangelo Pistoletto nel 2006.
Il Centro, di cui fanno parte il magazzino e i laboratori di Arti Visive, ha scelto l’arte contemporanea come propria caratterizzazione: dalla fotografia alla grafica, dalla pittura alla scultura per affrontare il tema dell’arte e guardare dentro gli oggetti e le materie per acquisire consapevolezza e conoscenza, per esercitare la capacità critica e incanalare energie creative.

Finalità
Il progetto Remida rappresenta un modo  propositivo di vivere l’ecologia e di costruire il cambiamento, valorizzando i materiali di scarto e gli oggetti apparentemente senza valore, per promuovere nuove possibilità di comunicazione e creatività in una logica di rispetto dell’oggetto, dell’ambiente, della persona.
Uno spazio laboratorio permanente in grado di stupire, di porre interrogativi, sollecitare interpretazioni e stimolare reinvenzioni, dove potersi mettere alla prova, bambini, bambine e adulti, scoprendo nuovi materiali e la loro ricchezza, la possibilità di progettare, trovare nuove soluzioni e individuare nuove strategie.
La manipolazione dei materiali veicola scoperte, nuove conoscenze, stimola la fantasia nell’invenzione di nuovi utilizzi e contesti visivi.

Obiettivi
Il Centro di Cultura per l’Arte e la Creatività di ITER, in collaborazione con Enti e Istituzioni, promuove, per l’intera cittadinanza, iniziative, incontri e corsi di formazione, scegliendo l’arte come punto caratterizzante: la materia, le forme, la creatività, l’estetica sono elementi intrinseci per sensibilizzare ad un pensiero ecologico e sostenibile.
Il Centro Remida intende coinvolgere il mondo delle imprese per sensibilizzare la cittadinanza e costruire comunità consapevoli in un’ottica di economia circolare.
Obiettivo del Centro è la raccolta e ridistribuzione di materiali recuperati in aziende e negozi. Proprio come gli oggetti toccati dal mitico Re Mida i materiali e gli oggetti si trasformano in preziose risorse creative, che saranno a disposizione di scuole e associazioni per il loro riutilizzo e per la valorizzazione del loro significato e delle loro qualità intrinseche.

La collaborazione con il Dipartimento Educazione Castello di Rivoli - Museo d’Arte Contemporanea
Da oltre un secolo la materia rifiutata è parte integrante della creazione artistica.
Un segmento importante di Storia dell’Arte che, dalle Avanguardie d’inizio ‘900, ha definito un orizzonte di senso utile per comprendere quanto sia indispensabile saper cogliere la qualità estetica o comunicativa di materia e materiali, anche dove apparentemente non c’è altro che scarto. Uno sguardo capace di vedere oltre l’apparenza, la funzione, la necessità e che si concretizza nella qualità dello sguardo sia di chi crea sia di chi guarda.

La rete dei REMIDA
La rete fa capo al Centro di riciclaggio creativo di Reggio Emilia, primo in Italia.
Sono tante le realtà culturali che condividono il valore del progetto, per questo motivo è nata la rete internazionale dei REMIDA che oggi si compone di 14 centri, di cui 8 in Italia.

A chi si rivolge
REMIDA è aperto alle scuole di ogni ordine e grado di Torino e dell’area metropolitana, alle Associazioni e ai Servizi educativi e culturali.

Cosa c'è nel magazzino
• carta e cartone, cartoncino, cartone ondulato, carta plastificata
• corde di diverse misure e spessore, juta, stoffe, passamanerie
• legno, sughero, compensato, vimini
• metallo, rame, alluminio, fil di ferro, rocchetti, lastre, catene, tubi, ingranaggi, bulloneria, materiale meccanico
• superfici texturizzate, moquette, materiale fonoassorbente, spugne,
• gomma, plastica, plexiglass, teflon

Tessera associativa
Il Centro è aperto a tutte le scuole di ogni ordine e grado, ai laboratori, alle ludoteche, alle associazioni. È prevista una tessera associativa valida per l’intero anno scolastico del costo di:
Euro 20,00 per la singola classe/sezione
Euro 60,00 per il plesso scolastico 
Euro 30,00 per le associazioni

Il pagamento della tessera associativa che dà diritto a prelevare il materiale disponibile nel Centro Riciclaggio Creativo Remida,  potrà essere effettuato esclusivamente tramite bonifico bancario o bollettino postale intestato a
ITER ISTITUZIONE TORINESE PER UNA EDUCAZIONE RESPONSABILE
C/C n. 63113351

Codice IBAN IT04R0760101000000063113351
I bollettini postali precompilati sono disponibili presso il Centro Remida

orari del magazzino a partire dal 23 ottobre
mercoledì 9.00-13.00
giovedì 14.00-17.00

scarica il pieghevole del Centro Remida

____________________________________________

CASA COREPLA
Dal 9 al 19 ottobre 2019

La Città di Torino, grazie alla collaborazione con COREPLA, il Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclo e il Recupero dei Rifiuti di Imballaggi in Plastica, promuove un percorso didattico rivolto alle scuole primarie finalizzato alla sensibilizzazione del riciclo degli imballaggi in plastica.
“Casa COREPLA” si sviluppa lungo un percorso ludico e didattico con attività interattive e laboratori suddiviso in tre ambienti/stanze che vanno ad illustrare le fasi del ciclo di vita dell’imballaggio in plastica: cucina, salotto e stanza dei giochi.

guarda il video di Casa Corepla

____________________________________________

Per informazioni
REMIDA Centro di riuso creativo
via Modena 35, Torino

tel. 011 01120520/20897
remida@comune.torino.it

Visualizza la mappa


crediti


torna su